Salta al contenuto principale

Il Giro d'Italia 2016 fa tappa in Calabria

A Catanzaro cresce l'attesa per la Corsa Rosa

Calabria
Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
4 minuti 53 secondi

CATANZARO -  Cresce l'attesa per la prima tappa italiana del Giro d'Italia, che martedì 10 partirà dal cuore del centro storico di Catanzaro alla volta di Praia a Mare. Duecento chilometri che metteranno la Calabria per un giorno al centro dell'attenzione mediatica e sportiva di tutto il mondo per un evento che dalla nostra regione mancava da tre anni, dall’edizione del 2013 (tappa Cosenza-Matera). Dopo la delusione per le esclusioni delle ultime due edizioni, la corsa rosa ritorna in Calabria e lo fa in grande stile. Non con una tappa qualsiasi, ma con “la” tappa: quella che segna il debutto della corsa in territorio italiano, dopo il prologo delle prime tre in Olanda.

La carovana rosa sbarcherà domani (lunedì) all'areoporto di Lamezia Terme, che per l'occasione sarà vestito a festa. In mattinata sono attesi quattro quattro voli. I primi due saranno i due cargo 737 per il trasporto delle biciclette. Sarà poi la volta dei ciclisti che atterreranno con un A330 e, infine, l’ultimo volo con cui arriveranno i giornalisti delle 243 testate che seguiranno, lungo tutto lo Stivale, la 99ma edizione del Giro d’Italia.


 IL PERCORSO

Una tappa mossa, ma non particolarmente impegnativa, almeno nei primi 120 km. Viene descritta così, dallo stesso sito ufficiale del Giro d’Italia, la Catanzaro-Praia a Mare. Un percorso di 200 km che da cronotabella dovrebbe essere percorsa in un tempo compreso tra le 4h e 40min e le 5h e10min e che si snoderà essenzialmente lungo strade a scorrimento veloce ampie e intervallate da alcune gallerie. La partenza è fissata per le 12.20 di martedì 10 maggio da corso Mazzini, a Catanzaro all’altezza della chiesa di San Giovanni. Ma è dalle 9.30 che il centro storico del capoluogo si animerà con il passaggio della Carovana. La Carovana del Giro d’Italia è un progetto di entertainment, promozione e visibilità indirizzato ai partner commerciali e ai comuni presenti lungo il percorso del Giro d’Italia.

 

È una festa che coinvolge il territorio nelle ore precedenti il passaggio della corsa rosa. Un “serpentone” di automezzi colorati che precede il passaggio dei corridori di circa 90 minuti sul medesimo percorso, mentre uno staff giovane e allegro porterà festa al suo passaggio, distribuendo tanti gadget a ritmo della musica di RDS. Il territorio comunale sarà interessato dalla corsa per un percorso complessivo di 7,53 km. Si parte dal San Giovanni, dunque, e si procederà su corso Mazzini a ritroso fino a Bellavista. Da via Nuova i corridori arriveranno a viale dei Normanni, risalendo verso via Milelli per raggiungere la rotatoria “Gualtieri”. Dopo la galleria del San Giovanni e il viadotto Bisantis, imboccheranno viale De Filippis, per giungere alla galleria del Sansinato e da lì proseguire sulla Statale 280 dei Due Mari fino a Lamezia, per poi prendere la SS 18 Tirrenica. In località Marinella il primo Traguardo Volante (TV), mentre a Guardia è previsto il rifornimento. Dopo Cetraro Marina si affronta il primo Gran Premio della Montagna (GPM) con la salita di Bonifati, seguita dalla discesa che riporta sulla SS 18, dalla quale si esce per affrontare il secondo GPM di giornata a San Pietro.

Dopo il traguardo volante di Scalea il tracciato diventa più impegnativo per i saliscendi e per il percorso costellato di curve e controcurve, fino all’immettersi negli ultimi 10 km, che si presentano piuttosto articolati. A 10 km dall’arrivo si affronta il durissimo strappo di via del Fortino (pendenze fino al 18%) per poi scendere su Praia attraverso strade ampie con curve non particolarmente impegnative. Da segnalare due gallerie nella prima parte (meno pendente) della discesa. Rettilineo di arrivo lungo 2500 metri (larghezza 7.5 m) su asfalto con una sola leggera semicurva ai 400 m. Per la prima volta nella storia del Giro d’Italia, Praia a Mare sarà arrivo di tappa. 


 CATANZARO, CITTA' IN ROSA

Il capoluogo, dunque, si prepara ad accogliere un evento che in città mancava da 8 anni, da quel 13 maggio 2008 quando la quarta tappa di quell’edizione, partita da Pizzo, fece il suo arrivo sul lungomare di Catanzaro Lido, con il successo dell’inglese Mark Cavendish. Cuore pulsante, martedì 10, sarà l'area del Complesso Monumentale del San Giovanni dove avrà sede il Quartiertappa. Al piano terra troverranno sistemazione le varie aree accrediti e la sala conferenze, mentre il primo piano verrà destinato alla Direzione, alla Giuria, al team della Gazzetta dello Sport, ai fotografi e troverà sistemazione l’Ufficio Stampa. Il villaggio commerciale (ovvero gli stand con il merchandising, con il catering, ecc.) si svilupperà su via Indipendenza, piazza Matteotti e sul tratto iniziale di via Carlo V, mentre su viale Kennedy troverà parcheggio la Carovana pubblicitaria che, la mattina della partenza, si sposterà su corso Mazzini, dando vita, a partire dalle 9.30, a un vero e proprio show. L'imponente macchina organizzativa messa in moto dall'Amministrazione comunale, guidata dal sindaco Sergio Abramo e dall'assessore allo Sport, Giampaolo Mungo, ha lavorato da mesi affinchè la città arrivasse preparata a questo evento.

 

Soprattutto per quanto riguarda i provvedimenti per garantire la sicurezza e la mobilità per i giorni delle manifestazioni. Con il centro città in gran parte paralizzato per l’arrivo della carovana rosa, l'Amministrazione ha elaborato un esercizio provvisiorio (GUARDA NEL DETTAGLIO) delle corse Amc per i giorni 9 e 10 maggio, oltre ad aver predisposto un servizio di bus navetta che consentirà ai cittadini, fin dalla prima mattina del martedì, di raggiungere il centro storico dal parcheggio multipiano della Sidis di via Gioacchino Da Fiore.

GUARDA LE ORDINANZE DEL COMUNE DI CATANZARO SUL GIRO D'ITALIA

Fitto, inoltre, il cartellone di eventi (intitolato appunto “Aspettando il Giro d’Italia”) che da venerdì sta animando il centro storico: appuntamenti sportivi, convegni, spettacoli teatrali e musicali, proiezioni di film, concorsi fotografici e installazioni: tutto nel segno del “rosa” del Giro.

GUARDA IL PROGRAMMA DELL'EVENTO

 

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?