Salta al contenuto principale

Crotone, il presidente Vrenna apre allo stadio di Cosenza

«La serie A per noi potrebbe iniziare al Gigi Marulla»

Calabria
Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
2 minuti 40 secondi

CROTONE - «Presidente, scusi, dove giocherà il Crotone la prossima seria A (LEGGI LA NOTIZIA DELLA PROMOZIONE UFFICIALE e LA FESTA DELLA SQUADRA E DEI TIFOSI) prima che il nuovo stadio della città venga completato?», chiede la giornalista di “Buongiorno regione”, rai 3 alle 7,40 circa al presidente del Crotone calcio Raffaele Vrenna. E lui, al telefono in collegamento: «Probabilmente Cosenza. Stiamo valutando tutti gli aspetti, soprattutto quelli relativi allo stadio della città dei Bruzi. Sicuramente una città calabrese…».

LEGGI LA NOTIZIA SUI LAVORI ALLO STADIO DI CROTONE IN VISTA DELLA SERIE A

Sarà quindi davvero Cosenza ad ospitare le prime partite della massima serie calcistica? “Probabilmente” si. Un piccolo significativo passo avanti di Vrenna, non v’è dubbio. Lo stadio di Crotone certamente non potrà essere utilizzato per l’avvio del campionato. L’ampliamento ed i lavori previsti, voluti da società e Figc oltre che dalla Lega di serie A, non sono facilmente gestibili ed i tempi tecnici, prima ancora che quelli burocratici, sono lunghi, come prevedibile. A Cosenza invece lo stadio è pronto, così sembra. Sia per la capienza di spettatori sia per tornelli, postazioni numerate, entrate, sala stampa e tutto ciò che espressamente si richiede per le partite di calcio. «Entro il 20 giugno - ha aggiunto Vrenna - dobbiamo dire alla Lega dove giocheremo. Speriamo di avere la possibilità di giocare a Crotone, perché è giusto che sia così non solo per la società, ma anche per i tanti tifosi. E poi dare anche un secondo stadio come possibilità se non riusciamo a fare i lavori. Quindi il 20 giugno sarà necessario avere la possibilità di indicare anche il secondo stadio dove giocare. Spero sia in Calabria. Pensiamo magari a Cosenza se lo stadio sarà sistemato. Sì, penso che potrebbe essere quello di Cosenza»

LEGGI DELLE MANOVRE DEL CROTONE PER TENERE I PROPRI GIOIELLI ANCHE PER LA STAGIONE IN SERIE A

Qualcuno aveva fatto trapelare la notizia che la sede scelta del Crotone fosse Salerno, in Campania. Ma quel “preferiamo e stiamo valutando gli stadi calabresi” affermato alla Rai da Vrenna non lascia più spazio all’immaginazione.  Il “San Vito” oggi intitolato anche al mitico Gigi Marulla saprà regalare scenari calcistici senza precedenti. Mentre per i cittadini-tifosi crotonesi sarà, senza dubbi, più facile raggiungere la città e gustarsi il sogno della serie A e dei loro beniamini.

LEGGI LA NOTIZIA SULLA CONFERMA DEL DIRETTORE SPORTIVO PEPPE URSINO

In attesa del nuovo allenatore e di qualche colpo di mercato, dunque, si attende l’ufficialità dello stadio. Cosenza è pronta, Vrenna ci crede. Il Crotone sogna e intanto il presidente ribadisce: «Chiedo la possibilità di concentrarsi sulla ristrutturazione dell’Ezio Scida, immediatamente partendo dalla tribuna, cercando di ampliarla per dare la possibilità di ospitare più persone portandola a sedicimila posti. Abbiamo fatto una riunione su questo e ho dato la disponibilità, come società, anche a poter costruire gli spogliatoi dando la possibilità di ampliare la curva con le tribune in fitto. Ciò in attesa che l’amministrazione si concentri prettamente sulla tribuna perché abbiamo bisogno di avere una tribuna da serie A. Questo è quello che chiedo». 

Al termine della riunione in prefettura Vrenna ha poi lanciato un'altra ipotesi shock ossia andare a giocare al San Paolo (LEGGI)

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?