Lo stadio Ceravolo di Catanzaro

Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 Minuti

CALABRESI ancora in difficoltà nel campionato di Lega Pro. Il Catanzaro esce con appena un punto nello scontro salvezza con il Melfi. Una gara giocata tra le mura amiche del “Nicola Ceravolo” e con la panchina affidata a mister Nunzio Zavettieri, il quarto in questa prima parte di stagione a tentare di dare un volto ai giallorossi. Per la cronaca il Catanzaro è passato in vantaggio con Giovinco al 7′; poco dopo, però, al 13′, pari degli ospiti con Pompilio. Partita in salita nel secondo tempo, dal momento che al 53′ è De Vena a portare in vantaggio il Melfi. I giallorossi agguantano il pari con il gol di Carcione, a quindici minuti dalla fine, ma la gara ha dimostrato tutti i limiti della squadra di Zavettieri. Il Catanzaro sale a 8 punti in classifica, mentre il Melfi raggiunge la Vibonese all’ultimo posto in classifica a quota 6.

Proprio per la Vibonese, infatti, non c’è stato nulla da fare vista la sconfitta maturata nella trasferta con la Virtus Francavilla con il risultato finale di 3-1. Padroni di casa in vantaggio al 53′ con Galdean, ma sette minuti dopo è Saraniti a pareggiare. La Virtus Francavilla dilaga e in pochi minuti chiude la gara prima con Idda (68′) poi con Alessandro (74′). Vibonese ultima con il Melfi e V.Francavilla che raggiunge quota 11 punti portandosi fuori dalla zona play out. 

Nei posticipi serali, brutta sconfitta del Cosenza in casa dell’Andria. I pugliesi vincono 2-0 grazie ad un gol per tempo: al 16′ rete di Cruz Pereira e al 71′ il raddoppio di Rada che porta l’Andria in una zona tranquilla della classifica, mentre il Cosenza si ferma a 19 punti. 

Va peggio alla Reggina, travolta dalla goleada messa a segno al Granillo dal Matera. I lucani dilagano con il punteggio finale di 6-2. Tripletta di Negro che va in rete al 7′, al 28′ e al 40′. Ad accorciare le distanze, al 32′, è stato Porcino, quindi l’autorete di De Franco che sembra regalare un minimo di speranza alla Reggina. Nel finale le reti conclusive del Matera con Carretta (75′) e con la doppietta di Iannini al 90′ e al 92′.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •