Salta al contenuto principale

Serie A, Crotone sconfitto di misura dall'Atalanta

Nicola: «Per vincere dobbiamo essere meno ingenui»

Calabria
Chiudi
Apri
Didascalia Foto: 
Il tecnico del Crotone Davide Nicola
Tempo di lettura: 
3 minuti 31 secondi

BERGAMO - Ancora una sconfitta per il Crotone di Davide Nicola che cade in casa dell'Atalanta. I nerazzurri, infatti, hanno sconfitto il Crotone per 1-0 con la rete decisiva siglata al terzo minuto della ripresa da Conti. Adesso in classifica, la squadra di Gasperini vola al quarto posto solitario con 48 punti, mentre quella di Nicola resta penultima a quota 13. 

GUARDA I RISULTATI DELL'ULTIMO TURNO 
E LA CLASSIFICA AGGIORNATA DEL CAMPIONATO DI SERIE A

Privo degli indisponibili Cabezas, Melegoni e Konko, Gasperini conferma in attacco la coppia Petagna-Gomez, con Kurtic nel ruolo di trequartista. Kessie e Freuler hanno le chiavi del centrocampo, davanti a Berisha agisce il prossimo juventino Caldara. Privo dell’infortunato Rohden, Nicola non rinuncia al suo classico assetto di gioco, con un tridente offensivo formato da Stoian, Falcinelli e Acosty. A centrocampo sono stati schierati Crisetig e Barberis, in difesa tocca a Dos Santos alzare il muro davanti a Cordaz.

Nel primo tempo scarse emozioni con le uniche chance dei padroni di casa che si concretizzano al 38' con Toloi, che però non centra lo specchio, e un minuto dopo con Kurtic ma senza impensierire la difesa calabrese.

Dopo un lieve ritardo durante il riposo per permettere a Banti di curare un leggero stiramento alla gamba, le squadre tornano in campo e l'Atalanta passa in vantaggio con Conti che riceve in mezzo da Petagna ed anticipa Cordaz con il destro. La reazione del Crotone non è incisiva e l'Atalanta sa rendersi pericolosa al 15' con Gomez, che però scivola al momento di calciare, e al 26' con una botta da fuori di Freuler che si impenna sopra la traversa. Nicola cerca forze fresche dalla panchina e Berisha, al 28', blocca un tiro dalla distanza di Acosty. Nel finale, l’Atalanta ha più di un’occasione per raddoppiare: al 35' Keisse sfiora il secondo palo, al 37' c'è un autentico tiro al bersaglio, con Cordaz che para su Kurtic e Gomez che, in ribattuta, centra il legno. Al 40', però, brivido per la tifoseria locale, con Berisha che para a terra una punizione velenosa di Barberis e Rosi che insacca, in fuorigioco, il tap-in.

IL COMMENTO DI DAVIDE NICOLA

«Abbiamo fatto una grandissima partita, per impegno e voglia, mai l’Atalanta è riuscita a giocare come oggi, ma se commetti alcune ingenuità le paghi. È la categoria, ti fa pagare dazio╗. Davide Nicola si rammarica per l’ennesima sconfitta del Crotone che, comunque, non ha sfigurato ma al primo errore ha subito il gol di Conti che ha deciso la partita.

«C'è solo da lavorare su questi dettagli che sono poi quelli che fanno la differenza. La squadra gioca ma finchè non eliminiamo certe ingenuità non si fanno punti e invece dobbiamo farli, per cui dobbiamo stare sul pezzo sin dalla ripresa degli allenamenti e cercare di non commettere più questi errori. Sul gol subito c'erano le condizioni per essere più competitivi e invece ci siamo fatti fregare da polli - si lamenta Nicola - pur sapendo che l’Atalanta porta sempre il quarto o il quinto di centrocampo a chiudere l'azione. Lo sapevamo ma all’atto pratico subentra quella frazione di ritardo che ti fa pagare dazio, è l’unica differenza che non ci permette di fare punti».

Sulla salvezzza il tecnico dei calabresi si dice ancora possibilista «dobbiamo continuare a giocare come stiamo facendo, migliorando un pò la qualità. Oggi abbiamo vanificato un’ottima partita ma se siamo riusciti a essere competitivi contro l'Atalanta vuol dire che ci sono valori che vanno espressi in tutte le fasi del gioco, l’attenzione non può venire meno nemmeno per un secondo».

IL TABELLINO

ATALANTA (3-4-1-2): Berisha 6; Toloi 6, Caldara 6.5, Masiello 6.5; Conti 7, Kessie 6.5, Freuler 6, Spinazzola 6; Kurtic 5.5; Petagna 6, Gomez 5.5 (45'st Cristante sv). In panchina: Gollini, Zukanovic, Hateboer, Dramè, Raimondi, Migliaccio, Grassi, D’Alessandro, Mounier, Pesic, Paloschi. Allenatore: Gasperini 6.

CROTONE (3-4-3): Cordaz 5.5; Ceccherini 6, Dos Santos 5.5 (26'st Nwanko 5), Ferrari 5.5; Rosi 6, Barberis 6.5, Crisetig 5, Sampirisi 5; Acosty 6 (33'st Nalini sv), Falcinelli 5.5, Stoian 5 (17'st Tonev 5). In panchina: Festa, Viscovo, Dussenne, Mesbah, Martella, Capezzi, Kotnik, Sulic, Trotta. Allenatore: Nicola 5.5.

ARBITRO: Banti di Livorno 6. RETE: 3'st Conti.

NOTE: pomeriggio freddo, terreno in buone condizioni, spettatori 18.000. Ammoniti: Masiello, Rosi, Dos Santos, Freuler, Ferrari, Crisetig, Ceccherini, Conti. Angoli: 4-3 per l’Atalanta. Recupero: 2'; 3'. 

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?