Salta al contenuto principale

Missione compiuta: il Crotone batte la Lazio e resta in Serie A. Allo "Scida" è festa grande VIDEO FOTO

Calabria
Chiudi
Apri
Didascalia Foto: 
Nalini esulta con Martella dopo il suo primo gol
Tempo di lettura: 
3 minuti 25 secondi

CROTONE - Il Crotone ha chiuso in bellezza la prima stagione della sua storia in serie A, centrando una miracolosa, quanto inaspettata salvezza. La squadra calabrese è rimasta nella massima serie grazie a un girone di ritorno eccezionale (dopo i soli nove punti conquistati fino al giro di boa), culminato con l'odierno sorpasso ai danni dell’Empoli.

I pitagorici, in uno stadio "Ezio Scida" gremito e festante, hanno battuto la Lazio per 3-1, chiedendo la stagione al quart'ultimo posto, con 34 punti all’attivo. Il risultato di questa sera è maturato per via della doppietta di Nalini (che mai prima di oggi aveva segnato in serie A) e al gol del solito Falcinelli. Inutile, invece, la rete siglata dal dischetto da Immobile per i capitolini, che vengono scavalcati dall’Atalanta e chiudono il campionato al quinto posto.

In contemporanea il Palermo, già retrocesso, ha fermato l’Empoli al "Barbera", regalando un sogno, anzi il sogno, al Crotone.

 

Nei padroni di casa, orfani degli indisponibili Stoian e Trotta, Davide Nicola ha confermato il 4-4-2 che tanto bene ha fatto negli ultimi tempi, con l’eccezione della sconfitta nell’ultima uscita contro la Juventus. Spazio dal primo minuto dunque a Sampirisi, Ceccherini, Ferrari e Martella, schierati a protezione di Cordaz; a Rohden, Crisetig, Barberis e Nalini, posizionati a presidio del centrocampo; con il duo offensivo composto da Falcinelli e Tonev. Tante le assenze fra le fila degli ospiti, costretti a rinunciare agli squalificati Keita, Lulic e Hoedt e agli indisponibili Lukaku, Marchetti, Djordjevic e Parolo. Con De Vrji non al meglio seduto in panchina, Simone Inzaghi ha schierato in avvio, nel 3-5-2 dei capitolini, Bastos, Wallace e Radu davanti a Strakosha; Basta, Murgia, Biglia, Milinkovic-Savic e Patric lungo la linea mediana; con Felipe Anderson in avanti, al fianco di Immobile. Le tante emozioni della serata sono iniziate al 10'. Su assist di Milinkovic-Savic, Immobile ha impegnato seriamente Cordaz con una puntata: bella la risposta del portiere calabrese. Quattro minuti dopo, su cross da destra di Rohden, Nalini di destro ha sbloccato il risultato (1-0). Dopo altri 8 minuti, al 22', è giunto il 2-0: punizione dalla trequarti battuta da Barberis e testata vincente di Falcinelli. Al 24' la gara, che sembrava chiusa, è stata riaperta da una sbavatura di Sampirisi. Il difensore del Crotone è entrato in modo scomposto su Patric in area di rigore. L'arbitro Rocchi ha fischiato il penalty e Immobile ha siglato l'1-2 (23° gol per lui, record personale). Lo stesso centravanti della Lazio è entrato in contatto in area (al 29') con Ceccherini ma il direttore di gara (sbagliando) ha lasciato correre il gioco. Poi, al 42', Bastos ha rimediato giustamente il secondo giallo del match, lasciando in dieci i capitolini. Qui, in pratica, si sono chiuse le ostilità.

Il suggello della festa del Crotone è arrivato al quarto d’ora della ripresa con la rete del 3-1: sul primo corner in favore dei pitagorici Ferrari ha fatto la torre e Nalini ha concesso il bis personale con un bel colpo di testa.

Di seguito sono giunte via radio e via web notizie splendide da Palermo ed è partita l'incredibile festa del Crotone, di Crotone e di tutta la Calabria per una storia di sport e di vita bellissima. I pitagorici restano in A.

Questo il tabellino della partita:

CROTONE (4-4-2): Cordaz 6.5; Sampirisi 5.5, Ceccherini 6, Ferrari 6.5, Martella 6.5; Rohden 6.5, Crisetig 6, Barberis 7, Nalini 8 (43' st Mesbah sv); Falcinelli 7 (49' st Borello sv), Tonev 6 (50' st Kotnik sv). In panchina: Festa, Viscovo, Dos Santos, Rosi, Dussenne, Acosty, Capezzi, Suljic, Simy. Allenatore: Nicola 8.

LAZIO (3-5-2): Strakosha 6; Bastos 4, Wallace 5 (34' st Spizzichino sv), Radu 5.5; Basta 6, Murgia 5.5, Biglia 5 (24' st Crecco 6), Milinkovic-Savic 6, Patric 6; Felipe Anderson 5.5 (24' st Rossi 6), Immobile 6.5. In panchina: Adamonis, Vargic, De Vrij, Lombardi, Cardoselli, Tounkara, Abukar. Allenatore: Inzaghi 5.

ARBITRO: Rocchi di Firenze 5.5.

RETI: 14' pt Nalini, 22' pt Falcinelli, 26' pt Immobile (rig.); 15' st Nalini.

NOTE: serata mite; terreno di gioco in discrete condizioni. Stadio esaurito: circa 16 mila gli spettatori. Espulso: Bastos, al 42' pt, per somma di ammonizioni. Ammoniti: Falcinelli, Crisetig, Patric, Biglia, Murgia, Nalini. Angoli: 5-3 per la Lazio. Recupero: 1'; 5'.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?