Salta al contenuto principale

Calcio in confusione, Serie A e B senza certezze

Crotone chiede di rinviare gare. A Cosenza salta evento

Calabria
Chiudi
Apri
Didascalia Foto: 
La sede della Figc
Tempo di lettura: 
2 minuti 27 secondi

CALCIO in confusione. In Serie A il Crotone spinge per avere chiarezza sulle posizioni del Chievo, chiedendo un rinvio delle prime due gare del campionato dei veneti. Mentre il Serie B La Lega B non avendo ottenuto risposte dalla Federcalcio in merito al nominativo della ventesima squadra necessaria per completare gli organici del prossimo campionato, ha annullato l’evento per la presentazione dei calendari della stagione 2018/19, programmato a Cosenza per il 6 agosto. 

Questo il clima che si respira a pochi giorni dall'inizio dei campionati. Per quanto riguarda la Serie A, la richiesta del Crotone è, dunque, quella di rinviare le prime due gare del Chievo e la prima dei calabresi in Serie B «per consentire alla Giustizia sportiva di pronunciarsi sul caso della plusvalenze della formazione veneta». 

La richiesta è stata inoltrata tramite gli avvocati Elio Manica e Giancarlo Pittelli, alla Figc in seguito al rigetto della richiesta della stessa società, deciso ieri dalla stessa Federazione, di rinviare l’inizio dei campionati.

La nuova sollecitazione del Crotone è legata «a motivi di opportunità in relazione al fatto che i due gradi di giudizio della giustizia sportiva porterebbero ad una pronuncia dei giudici in tempi incompatibili con l’inizio del campionato di serie A. Il tutto - scrivono gli avvocati Manica e Pittelli - al fine di un effettivo ripristino della legalità violata in danno del Crotone e per scongiurare l’irrimediabile danno cagionato alla società dalla conduzione del procedimento sportivo». I due legali del Crotone sottolineano, in particolare, "l'evidente frustrazione del significato e degli effetti della sanzione certa che sarà irrogata nei confronti della società deferita e della possibilità per questa di partecipare al campionato della massima serie in maniera illegittima per la quarta volta».

Il Crotone ribadisce anche la richiesta di «deroga alla clausola compromissoria per potersi rivolgere dopo le decisioni della giustizia sportiva anche alla giustizia ordinaria ai fini del risarcimento dei danni subiti».

In B non va meglio. Il Consiglio direttivo della Lega ha annullato la manifestazione di Cosenza, definendo intanto che si giocherà durante le feste natalizie, con la pausa dal 31 dicembre al 19 gennaio.

Come si spiega un comunicato della Lega B, nel limite del possibile, cioè di un calendario già fortemente congestionato si rispetterà la volontà di alcuni club di non giocare durante le pause delle nazionali. Le società, dopo un breve sondaggio di questi giorni, hanno deciso di confermare le tre sostituzioni, aggiungendo un eventuale quarto cambio nelle gare di playoff e playout in cui sono previsti i tempi supplementari.

«La Lega B desidera ringraziare la Città di Cosenza, e la società del presidente Guarascio, per l’ospitalità offerta nell’organizzare dell’evento, ma anche per la pazienza e la disponibilità dimostrata in questi giorni», si sottolinea nel comunicato.

Probabilmente la presentazione del calendario andrà in scena a Milano, nella sede della Lega B, ma è ancora difficile prevedere la data, in attesa che con i ripescaggi siano definite tutte le squadre partecipanti al campionato. 

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?