Franco Viola

Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 Minuti

La situazione era già difficile di suo. Adesso, però, rischia di complicarsi terribilmente. Parliamo di Locri e Roccella, ovviamente, invischiate nella lotta per evitare i play out e costrette anche a guardarsi alle spalle. In ultima e penultima posizione, infatti, Igea Virtus e Rotonda, vincendo le recenti partite, hanno dimostrato di essere vive e vegete e di poter, allora, tentare il “miracolo” con l’assalto alla zona play out.

Vale la pena di ricordare che ultima e penultima posizione comportano la retrocessione immediata in Eccellenza, senza appello, senza spareggio. Partita che vale, pertanto, quella che il Locri disputerà in casa contro il Marsala, guarda caso reduce dal ko fra le mura amiche contro l’Igea. La vittoria in casa amaranto manca da oltre un mese e l’appuntamento non può essere più rinviato.

E il Roccella? Non vince da 9 giornate e nel girone di ritorno ha segnato appena 4 gol in 8 gare. Non sono numeri da salvezza. Contro la Nocerina (si giocherà ad Angri) servirebbe un colpaccio. Ma chi fa gol? Il confronto fra il Castrovillari e la Cittanovese, squadre relativamente tranquille, ha aperto la 26ª giornata, caratterizzata dal ritorno in panchina di Franco Viola: il tecnico di Taurianova ha accettato di allenare il Città di Messina, con l’obiettivo di portarlo alla salvezza. Il debutto, però, sarà di “fuoco” visto che si ospita la capolista Bari. La politica dei piccoli passi, infine, sta facendo bene alla Palmese, per adesso lontana dai guai.

Ma contro la Sancataldese, altra formazione invischiata in zona play out, servirebbe un bel successo, anche per avvicinare sensibilmente la quota salvezza.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •