X
<
>

Andrej Galabinov

Tempo di lettura 3 Minuti

Cinque giornate sono poche, però qualche indicazione l’hanno data. Per quel che si è visto in queste prime uscite, le calabresi di Serie B sembra abbiano trovato i bomber giusti ai quali affidare le proprie speranze.

Scelte di mercato diverse per Cosenza e Crotone da un lato e Reggina dall’altro. Fra i rinforzi per l’attacco, le due squadre rossoblù hanno puntato sulla freschezza di Gori e di Mulattieri, mentre dalle parti dello Stretto il ds Taibi ha individuato nell’esperienza di Galabinov, e nella sua voglia di cancellare una stagione sfortunata, la persona giusta per rilanciare le ambizioni degli amaranto.

L’Inter, l’Olanda e il pianoforte

Samuele Mulattieri

Di reti, Samuele Mulattieri, ne ha fatte tante con il Settore giovanile dell’Inter. Dopo averne sfornate a ripetizione, per lui la scelta è stata la seconda serie olandese. E qui, con il Volendam, altra scorpacciata di gol (19 in 32 partite). In estate lo vuole il Feyenoord, ma il Crotone, Vrenna e Ursino sono più abili e lo prendono in presto dall’Inter, che adesso assiste con attenzione alle sue prodezze. La scelta di giocare a Crotone, in Serie B, è una scelta intelligente, perché in maglia rossoblù in tanti si sono esaltati e hanno trovato la piazza giusta per dare una svolta poderosa alla propria carriera.

Amante del pianoforte, le sta suonando alle difese avversarie: già 5 reti, ma nessuna vittoria, finora, per i pitagorici. E allora la tifoseria spera che sabato, nel derby del “San Vito – Marulla”, Samuele Mulattieri possa segnare un altro gol, ma stavolta decisivo ai fini dei tre punti.

La Fiorentina, il Mondiale Under 20 e la rinascita in rossoblù

Gabriele Gori

Gabriele Gori è arrivato a Cosenza a fari spenti. Quasi inosservato il colpo di mercato del ds Goretti, specie se si considera il rendimento della stagione precedente: 27 presenze e 3 reti con il Vicenza. E invece Gabriele Gori in appena 450 minuti ha uguagliato il primato personale di marcature nella serie cadetta, stabilito anche due anni prima con il Livorno.

Di gol ne ha fatti parecchi con le giovanili della Fiorentina. Per lui anche qualche apparizione nel Mondiale Under 20 con l’Italia (in azzurro ha fatto tutta la trafila partendo dall’Under 15). Aveva fatto bene ad Arezzo nel 2019/20, ma in Serie C (9 reti). Il “Marulla” di Cosenza è uno dei pochi stadi della cadetteria che sa caricare a dovere i giocatori e per Gori c’è già grande affetto e sostegno. Si punta anche su di lui per bucare le difese avversarie e risolvere un problema, quello della mancanza di goleador, emerso in maniera evidente nella passata stagione. E sabato c’è il derby…

L’esperienza per ritornare in Serie A

Andrej Galabinov, 33 anni a fine novembre, ha una lunga carriera alle spalle e varie avventure, compresa quella con la Nazionale della Bulgaria. Da ragazzino ha giocato pure in Serie D, mentre fino a pochi mesi addietro era in Serie A. Nel mezzo tanti gol nei professionisti, fra B e C. Sembrava difficile che accettasse di scendere fra i cadetti, ma evidentemente il ds Taibi ha saputo toccare i tasti giusti e poi la Reggina di patron Gallo rappresenta pur sempre un club ambito.

Eccolo, allora, in amaranto, ed eccolo subito puntuale sotto porta: anche lui in cinque gare ha raggiunto il bottino di reti (3) della passata stagione, quella caratterizzata dagli infortuni. Cerca il riscatto a Reggio e anche Reggio sa caricare come pochi i propri bomber. Esultare sotto la Sud non ha prezzo. La stagione in corso può regalare grosse emozioni agli amaranto, ma aspettiamo ancora un po’ per vedere se Galabinov continua a segnare con una certa frequenza. La doppia cifra è l’obiettivo minimo, a livello personale. A livello di squadra, invece, si vedrà…

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA