X
<
>

Corosiniti, Mesiti, Mirarchi e Mantuano

Condividi:

CATANZARO – Riparte l’attività di Rappresentativa dopo un anno e mezzo di stop forzato. Si riparte da dove ci eravamo lasciati, con la conferma alla guida dei tecnici che avevano avviato il lavoro pre pandemia, Girolamo Misiti alla selezione Under 19, Roberto Mantuano alla guida della selezione Under 17 e Francesco Corosiniti alla guida della selezione Under 15.

 In attesa dell’inizio dell’attività di calcio femminile (questo week end parte la Coppa Italia Fase Regionale) e della successiva nomina della guida tecnica della selezione regionale, il presidente Saverio Mirarchi ha ufficializzato l’inizio delle attività di scouting sul territorio: «Ringrazio tutti i tecnici per la disponibilità e le attenzioni che rivolgeranno ai nostri giovani scegliendo di ripartire da dove ci si era fermati prima del Covid. Come detto è una stagione importante e lo sarà anche per i tanti ragazzi che avranno opportunità di competere con i pari età di altre regioni e, se possibile, di mostrarsi al cospetto del calcio professionistico». Ed infine: «Credo nel valore dei nostri giovani e nel lavoro serio e professionale delle nostre società, che ringrazio fin d’ora per la collaborazione che daranno durante tutti i raduni. Buon lavoro a tutti gli staff che dalla settimana prossima inizieranno il percorso di selezione territoriale che ci porterà a disputare il TdR del 2022».

A coordinare i lavori delle Rappresentative ci sarà Domenico Fiorino, dal passato importante come calciatore ed attuale membro dello staff di scouting delle Rappresentative Nazionali Lnd. Un uomo di campo, dunque, che ben conosce le realtà giovanili calabresi e che sin da subito si è messo a disposizione del Cr Calabria.

Dalla settimana prossima inizieranno i primi raduni selettivi delle tre selezioni: la Under 15 sarà di scena al “Riga” di Lamezia Terme-Sant’Eufemia, l’Under 17 al “Popilbianco” di Cosenza mentre l’Under 19 al “Lopresti” di Palmi. Tutte le convocazioni sono per area territoriale e considerata anche l’emergenza pandemica, si svolgeranno più raduni per gestire al meglio le operazioni previste dal protocollo sanitario.

Condividi:

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA