X
<
>

Condividi:

Domani si gioca, ma nelle prossime due domeniche il calcio calabrese si ferma, consentendo solo la disputa dei recuperi. Decisione discutibile quella presa dal Consiglio di presidenza del Cr Calabria, alla luce dei numerosi casi di positività al covid presenti anche all’interno di diverse società. Riepilogando: domani si gioca l’ultima di andata, ma quattro gare di Eccellenza, due di Promozione A e altrettante di Promozione B sono state rinviate a causa della presenza di diversi positivi nel gruppo squadra di otto società. La nona, il Boca N.Melito, avendo saputo dall’esito dei tamponi di avere sei positivi, ha chiesto il rinvio della gara prevista per domani contro la Bovalinese. Quindi il 9 e il 16 gennaio non avranno luogo le prime due giornate del girone di ritorno e si scenderà nuovamente in campo il 23.

Le gare rinviate

Non si giocano: Acri – Stilomonasterace, Morrone – Reggiomed, Gallico Catona – Locri e Soriano Sersale in Eccellenza. Tutte le sfide verranno recuperate il 16 gennaio, tranne Gallico Catona – Locri, che avrà luogo il 19. In Promozione A rinviate al 16/01 Db Rossoblù – Cutro e V.E. Rende – San Fili. In Promozione B rinviate sempre al 16 gennaio Bagnarese – San Gaetano e Compr. Archi – Gioiese.

La decisione del Cr Calabria

Al termine della seduta il Consiglio ha assunto la decisione di rinviare le giornate dei campionati regionali e provinciali, sia dilettanti che del settore giovanile previste per domenica 9 e domenica 16 gennaio. Sospesa anche l’attività di scouting delle Rappresentative Regionali. Il turno infrasettimanale previsto per domani sarà regolarmente disputato, con l’esclusione delle gare rinviate nel rispetto del vigente Protocollo Covid. «La decisione – così il presidente Saverio Mirarchi – è stata presa per dare la possibilità a tutti i gruppi squadra di adeguarsi alla normativa vigente che prevede, a partire dal 10 gennaio, la partecipazione ad eventi sportivi solo a soggetti in possesso del Green Pass rafforzato». Le giornate rinviate saranno recuperate nel mese di febbraio mentre si riprenderà il 23 gennaio seguendo ciò che è previsto da calendario. «Sono consapevole che la maggior parte delle società ha quasi la totalità dei propri tesserati vaccinati e che in zona arancione il protocollo Figc prevede già l’esclusione dalla partecipazione a gare ufficiali per chi non è in possesso della certificazione verde, ma appare necessario ampliare ancora di più la percentuale dei vaccinati calabresi e consentire l’attività in sicurezza, serenità e nel rispetto delle disposizioni governative». In queste due settimane di sospensione si provvederà ad effettuare i recuperi delle gare rinviate nel corso della stagione in modo tale da riprendere l’attività a pieno regime e con tutte le squadre nelle stesse condizioni. Gli allenamenti sono consentiti sempre e comunque nel rispetto delle disposizioni e delle  misure ad oggi in vigore.

Condividi:

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA