X
<
>

Studenti del corso di robotica

Tempo di lettura 2 Minuti

VIBO VALENTIA – Una scuola vibonese all’avanguardia nel campo della robotica. È l’Istituto superiore Itg-Iti, divenuto “test center” per Calabria e Sicilia per l’acquisizione del “Patentino della robotica”.

Si tratta di un progetto che coinvolge 120 scuole in tutta Italia, con l’obiettivo di ampliare il bagaglio culturale, far acquisire conoscenze e competenze avanzate nel settore e preparare i ragazzi alle logiche dell’automazione, facilitando il loro inserimento nel mondo del lavoro.

A promuoverlo sono il Consorzio macchine e utensili (Comau), rete leader nel settore dell’automazione industriale, e la casa editrice Pearson. In futuro, un numero sempre maggiore di esperti – capaci di programmare e utilizzare correttamente i robot – sarà richiesto in un comparto in grande espansione che si occupa dello studio, della costruzione e dell’impiego di robot.

Coinvolgendo la meccanica, l’elettronica e l’informatica, in un lavoro di ricerca e di scoperta al servizio della produzione industriale, per rendere più sicuri i luoghi di lavoro, migliorare la qualità del prodotto e ridurre i costi di trasformazione.

È in questa fondamentale prospettiva che si svolge il ruolo chiave dell’Istituto superiore Itg e Iti di Vibo, diretto da Maria Gramendola che ora è “test center” per la realizzazione dei corsi del progetto Comau-Pearson: 100 ore di formazione studenti in presenza e on-line, attraverso la guida di docenti-formatori della medesima scuola.

Inoltre, l’istituto superiore vibonese è l’unico centro abilitato al rilascio del “Patentino della robotica” per Calabria e Sicilia. Ieri, 4 giugno, si è tenuta la prima sessione d’esame con 20 studenti provenienti dall’Its “Ercolino Scalfaro” di Catanzaro.

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares