X
<
>

Tempo di lettura < 1 minuto

PIZZO (VIBO VALENTIA) – Sono scesi questa mattina in piazza i parrucchieri e le estetiste di Pizzo per chiedere procedure certe per la riapertura dei loro saloni e sostegno economico. Dopo due mesi di chiusura delle attività e con la riapertura prevista per il prossimo 1 giugno hanno deciso simbolicamente di lasciare le chiavi delle loro attività al centro dello spuntone, per far capire che in queste condizioni sarà difficile poter riaprire.

VIDEO – La protesta di parrucchieri ed estetiste a Pizzo

«La manifestazione nazionale del settore è prevista per domani, ma noi abbiamo anticipato ad oggi – ci spiega Rosa Dumas, parrucchiera e presidente del comparto del CNA “Benessere e sanità” – siamo qui per chiedere un protocollo certo per la riapertura, ad oggi non sappiamo cosa dobbiamo comprare per far si che il nostro locale sia a norma della nuova normativa, né sappiamo come dovremo poi gestire i clienti. Chiediamo anche un supporto economico concreto ed immediato, la cassa integrazione per i nostri dipendenti non è ancora arrivata e con le 600 euro non siamo riusciti neanche a coprire le spese di fitto e bollette per il mese di marzo. La situazione è davvero difficile, ed è per questo che chiediamo anche l’istituzione dell’albo professionale regionale, in modo da poter avere un confronto costruttivo con la Regione Calabria come categoria».

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares