X
<
>

Cittadini esasperati a Vibo Marina

Tempo di lettura 2 Minuti

VIBO VALENTIA – L’estate rovente continua a creare disagi, soprattutto se alla calura è associata una marcata e costante penuria d’acqua.

E ciò che hanno vissuto 18 famiglie di un complesso residenziale sito a Vibo Marina, in via senatore Parodi, lo stanno constatando sulla propria pelle altre quattro famiglie il cui palazzo è sito a pochi metri di distanza. Nel primo caso, il problema rientrato, nel secondo è invece ancora in atto.

A parlare sono gli inquilini dello stabile sito sopra l’ex delegazione comunale che da una settimana si ritrovano senza il prezioso fluido: «È da lunedì scorso che dai rubinetti esce solo aria. Dell’acqua neanche l’ombra – affermano con non poca contrarietà – In questo palazzo ci abitano 4 famiglie, in tutto una dozzina di persone che da giorni non possono lavarsi se non a secco ma andando a prendere l’acqua nella vicina frazione San Pietro. Per cucinare dobbiamo fare la stessa via crucis, sotto il sole o la sera. Si può facilmente comprendere che una tale situazione non può essere tollerabile sia sotto il profilo del sostentamento che igienico, perché abbiamo il diritto, come tutti, di poter usufruire di un servizio che paghiamo, ed anche a peso d’oro quasi, visto che le tariffe sono aumentate».

Chiediamo agli interessati se hanno fatto presente il disagio alle autorità competenti. La risposta è secca: «Ci siamo rivolti ai due consiglieri delle marinate, Antonio Schiavello e Lorenzo Lombardo, chiedendo loro di intervenire presso il Comune ma non abbiamo ricevuto alcun riscontro. Evidentemente non siamo in periodo elettorale – commentano con sarcasmo – Lo stesso dicasi per gli Uffici di Palazzo Razza. Abbiamo saputo della recente protesta degli occupanti di un complesso residenziale poco distante e siamo pronti anche noi a mettere in atto forme di protesta se la situazione non cambierà a breve».

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA