X
<
>

La perquisizione dei carabinieri

Tempo di lettura < 1 minuto

VIBO VALENTIA – Oltre 100 militari dell’Arma sono impegnati in questi giorni in controlli e perquisizioni nel Vibonese, per proseguire l’incessante azione di tutela della legalità e della sicurezza pubblica. 

Ancora una volta un’attenzione particolare è stata rivolta al contrasto del mercato degli stupefacenti. Numerose le perquisizioni operate in abitazioni e in casolari rurali, in particolare nelle località costiere di Capo Vaticano ed in una vasta area compresa tra il capoluogo, San Gregorio d’Ippona e Mileto.

Ed è proprio lungo le arterie della capitale normanna che un equipaggio del Nucleo Radiomobile di Vibo Valentia, al cui comando è stato recentemente assegnato il tenente Veronica Pastori, è stata fermata un’auto sospetta, a bordo della quale i militari hanno rinvenuto 150 grammi di cocaina purissima, occultata nel portaoggetti dello sportello del guidatore, tradito da un certo nervosismo durante le operazioni di controllo.

L’uomo, un insospettabile pensionato 66enne di Nicotera, ma residente nel Torinese, è stato tratto in arresto e su disposizione del magistrato di turno della Procura di Vibo, il sostituto procuratore Filomena Aliberti, successivamente tradotto presso la Casa circondariale.  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA