L'arrivo dell'elisoccorso a Savini di Sorianello

Tempo di lettura 2 Minuti

SORIANELLO – Un vero e proprio agguato si è verificato a Sorianello. Ignoti hanno esploso diversi colpi di fucile caricato a pallettoni ferendo in modo grave un uomo di 46 anni, che dopo poco è deceduto. Salvatore Inzillo, questo il nome della vittima, è stato raggiunto dai colpi di fucile intorno alle 11 nel centro del comune di Sorianello.

Sul posto è intervenuto l’Elisoccorso per il trasporto del ferito presso l’ospedale di Catanzaro ma l’uomo nel frattempo è morto.

SCOPRI TUTTI I CONTENUTI
NEL FASCICOLO AD AGGIORNAMENTO DINAMICO
SULL’OMICIDIO DI SALVATORE INZILLO

Secondo le prime indiscrezioni l’uomo sarebbe legato ad ambienti della criminalità locale. Sul posto sono intervenuti i carabinieri della stazione di Soriano al comando del Maresciallo Barbaro Sciacca e i colleghi della Compagnia di Serra San Bruno agli ordine del capitano Mattia Losciale.

Salvatore Inzillo, già nel 2009 era scampato ad in attentato sempre a colpi di fucile caricato a pallettoni. In quell’occasione, era alla guida della propria autovettura nella zona di Sorianello. L’operaio, nonostante i colpi di fucile perforarono la carrozzeria dell’auto in più parti, restò illeso e si fermò poco dopo per chiamare i carabinieri. Dalle ulteriori indagini che sono state condotte é emerso che Salvatore Inzillo sarebbe stato vicino, in particolare, al gruppo criminale degli Emanuele di Soriano e Sorianello, rivale di quello dei Loielo.

LEGGI LA NOTIZIA DEL PRIMO TENTATO OMICIDIO

La vittima stava viaggiando a bordo della propria autovettura, un’Audi quando, intorno alle ore 18,30, in località “Torre” nei pressi dell’abitato di Sorianello è stato raggiunto dai proiettili. L’uomo, nonostante le pallottole abbiano perforato la carrozzeria in più parti, era però rimasto illeso fermandosi poco dopo a chiamare i carabinieri.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •