X

Il pagamento di una pensione

Tempo di lettura < 1 minuto

TROPEA (VIBO VALENTIA) – Una coppia di coniugi é stata denunciata in stato di libertà dalla Guardia di finanza di Tropea con l’accusa di truffa aggravata dopo che si é scoperto che i due, stabilmente residenti in Argentina, dove, tra l’altro, si sono sposati oltre cinquant’anni fa, hanno ottenuto l’assegno sociale dall’Inps attestando falsamente di essere residenti in provincia di Vibo Valentia.

Secondo quanto riferiscono i finanzieri, i coniugi hanno indebitamente percepito, a decorrere dal 2006, la somma complessiva di circa 120 mila euro erogata dall’Inps. Dalle indagini condotte dai finanzieri è emerso che i coniugi hanno fatto ritorno solo sporadicamente in Italia, rimanendovi solo per brevi periodi di tempo e che, quindi, non erano in possesso dei requisiti previsti dalla legge per l’erogazione del beneficio, tra i quali quello secondo cui è indispensabile la residenza effettiva, stabile e continuativa per almeno dieci anni nel territorio nazionale.

Contestualmente la Guardia di finanza ha avviato le procedure per il recupero, a favore dell’Erario, delle somme indebitamente percepite dai coniugi.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares