X
<
>

Una pattuglia dei carabinieri

Tempo di lettura < 1 minuto

MIERATO (VIBO VALENTIA) – I carabinieri del Comando provinciale di Vibo Valentia, insieme a quelli della Stazione di Maierato, hanno sottoposto a fermo, ad Acquaro, tre giovani del posto con l’accusa di esseri gli autori di una tentata rapina impropria compiuta ai danni di alcuni abitanti di Filogaso lo scorso 8 dicembre.

Ai fermati, i fratelli Francesco e Giuseppe Tarzia, e Sandro Ganino, già noti alle forze dell’ordine, gli investigatori sono giunti grazie all’auto usata per la tentata rapina, una Golf di colore scuro vista più volte nel centro del paese ed appartenuta ad uno dei fermati.

I tre, secondo l’accusa, dopo essersi introdotti in un appartamento, sono stati scoperti da un parente della proprietaria che casualmente era di passaggio nei pressi della casa dell’anziana zia.

Quest’ultimo, insospettito dalla porta di casa aperta, si è avvicinato trovandosi di fronte i componenti la banda che lo hanno colpito alla testa dandosi alla fuga. Durante le perquisizioni compiute in concomitanza con l’esecuzione dei fermi, in casa del maggiore dei fratelli sono stati trovati due fucili e quasi 130 cartucce che sono stati sequestrati.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares