L'ispezione dei Nas nell'ospedale di Vibo Valentia

Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto

VIBO VALENTIA – I Carabinieri di Vibo Valentia e gli specialisti del Nas hanno denunciato in stato di libertà il Commissario straordinario dell’Azienda sanitaria provinciale di Vibo Valentia Angela Caligiuri, di 63 anni, per le «gravi carenze igienico-sanitarie riscontrate in ogni reparto dell’ospedale Iazzolino».

I militari hanno adottato il provvedimento al termine di un’ispezione che rientra nei controlli avviati nelle varie strutture sanitarie della provincia e dopo avere passato al setaccio le unità operative di Utic/Cardiologia, Rianimazione, Chirurgia ostetricia e ginecologia. Al commissario straordinario vengono contestate «gravi carenze di condizioni igienico strutturali».

[editor_embed_node type=”photogallery”]88021[/editor_embed_node]

 

Le criticità emerse vanno dalle crepe evidenti sui muri alla presenza di muffa, dai fili elettrici volanti ai cavi scoperti fino ad una pessima situazione relativa ai ripostigli.

Le carenze igienico-sanitarie e igienico-strutturali riscontrate riguardano i reparti di Cardiologia, Rianimazione, Chirurgia, Ostetricia e Ginecologia, ma i controlli, che proseguiranno nelle prossime settimane, interesseranno altri reparti e locali del plesso ospedaliero.

In base a quanto è stato possibile apprendere, quella di oggi rappresenta soltanto la prima fase di un’attività di ispezione molto più ampia da parte dei carabinieri che continuerà ad interessare non solo il presidio sanitario del capoluogo di provincia ma anche gli ospedali di Serra San Bruno e Tropea e la struttura sanitaria di Soriano Calabro.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •