Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 Minuti

VIBO VALENTIA – Tragedia sfiorata oggi pomeriggio, 18 luglio, in pieno centro città. Dalla parete di un palazzo sito su via Terravecchia inferiore, a pochi metri dall’incrocio con il corso Vittorio Emanuele III, si è improvvisamente staccata, dall’altezza di circa 10 metri, una grossa porzione di cornicione che al contatto con il suolo si è frantumata in minima parte, mentre la restante, del peso poco oltre un chilo è rotolata per qualche metro sulla strada.

Fortunatamente in quel momento non transitava nessuno nel sottostante marciapiede altrimenti è lecito pensare che sarebbe rimasto ucciso. Sul posto, sono intervenuti i vigili del fuoco, guidati dal caposquadra Roberto Angarano, che hanno provveduto a mettere in sicurezza la zona e rimuovere tutte le porzioni pericolanti dell’edificio che indubbiamente necessitano – come del resto buona parte delle strutture, abitative e non, presenti in centro – di interventi di ristrutturazione, ora più che mai necessari, per evitare conseguenze nefaste per la popolazione.

Tra l’altro, alcune settimane addietro, ad appena cinque metri dall’episodio odierno, si era verificato un altro distacco, anche questa volta, fortunatamente, senza conseguenze ma solo per via dell’ora tarda. In quel caso aveva ceduto un sostegno di un balcone al primo piano del peso di circa 5 chili. Nei giorni scorsi, infine, sempre i vigili del fuoco avevano proceduto, ancora su Corso Vittorio, alla rimozione di altre parti di cornicioni pericolanti.