X
<
>

Controlli dei carabinier a Francica

Tempo di lettura < 1 minuto

VIBO VALENTIA – Erano tranquillamente intenti a giocare a bocce in campagna,  approfittando della bella giornata. Ma all’arrivo dei carabinieri hanno lasciato tutto, “rompendo le righe”, dandosi  al fuggi fuggi generale. Alla fine, una trentina di loro sono stati individuati e sanzionati. 

La passione per le bocce e il  bel tempo hanno tradito i protagonisti di questa vicenda avvenuta sabato scorso in su un terreno privato a Francica. Ovviamente tutto vietato viste le disposizioni del governo in materia di assembramento. I circa quaranta appassionati si sono ritrovati di nascosto in località Croce di Pietra nei pressi del cimitero comunale.

Pensando erroneamente di non essere notati (difficile visto il numero dei partecipanti) la partita che sarebbe dovuta rimanere segreta è stata ben presto interrotta dall’arrivo dei carabinieri della Stazione di Francica che proprio in quelle ore stavano effettuando un servizio di perlustrazione e di controllo del territorio. Ed ecco il fuggi fuggi generale degno di un film comico.

E se solo una decina di persone è riuscita a dileguarsi tra i terreni circostanti, le altre sono state identificate. E tra queste, secondo quanto è stato possibile apprendere, figurerebbero un esponente dell’amministrazione comunale di Francica e finanche un appartentene delle forze dell’ordine. Multe salate per i trasgressori identificati mentre sono in corso accertamenti da parte dei carabinieri per rintracciare le persone sfuggite al blitz.

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA