X

I carabinieri di Serra San Bruno

Tempo di lettura < 1 minuto

VAZZANO (VIBO VALENTIA) – I carabinieri della sezione Operativa della Compagnia di Serra San Bruno e della Stazione di Vazzano hanno eseguito un provvedimento cautelare in carcere emesso dal Gip del Tribunale di Vibo Valentia nei confronti di Domenico Tassone,​ 35enne originario di Soriano Calabro, per il reato di tentata estorsione in concorso nei confronti di una ditta edile del territorio vibonese.

Tassone e un’altra persona originaria di Sorianello, erano già stati tratti in arresto il 4 marzo 2020 per il reato di tentata estorsione in concorso nei confronti di una ditta edile.

L’uomo era stato scarcerato il 16 aprile scorso a seguito di declaratoria di inefficacia della misura cautelare degli arresti domiciliari. Ma, nell’ultimo periodo, sono state raccolte ulteriori risultanze investigative dai militari della Compagnia di Serra San Bruno e dalla Stazione di Vazzano che hanno permesso di mettere in risalto l’elevatissimo rischio di recidiva e di inquinamento probatorio in capo al ​Tassone al quale, quindi, è stato applicato il regime di custodia carceraria.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares