X

Controlli della polizia a Vibo Valentia

Tempo di lettura < 1 minuto

VIBO VALENTIA – Due fratelli Cristian e Andrea De Luca, entrambi disoccupati e incensurati, sono stati arrestati e posti ai domiciliari, a Vibo Valentia, dagli agenti della Squadra mobile con l’accusa di detenzione a fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

I poliziotti, nel corso di una perquisizione nell’abitazione dei due fratelli nel centro della città, con il supporto di “Floyd”, uno dei cani antidroga in forza alla Squadra Cinofili dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico della Questura, hanno trovato e sequestrato quasi 600 grammi di cannabis e 0,3 grammi di cocaina, oltre ad un bilancino, 255 euro in banconote di vario taglio e materiale per il confezionamento delle dosi.

Il controllo è stato fatto nell’ambito dei servizi disposti dalla Questura di Vibo Valentia per contrastare ogni forma di criminalità in concomitanza con l’inizio della fase di ripresa dopo l’emergenza Coronavirus.

Oggi alle 12, i due fratelli sono comparsi davanti al Giudice del Tribunale di Vibo, il quale ha convalidato l’arresto e, accogliendo le istanze difensive dell’avvocato Salvatore Sorbilli, ha disposto l’immediata liberazione degli arrestati, con il solo obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria.

  •  
  • 1
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares