X
<
>

La conferenza stampa dopo gli arresti per l'omicidio

Condividi:

VIBO VALENTIA – Il gup distrettuale De Salvatore ha disposto il processo a carico di Salvatore Mantella, di Vibo, cugino del pentito Andrea Mantella, di Onofrio Barbieri e di Domenico Bonavota, questi ultimi due di Sant’Onofrio, per l’omicidio di Domenico Belsito; l’uomo, all’epoca dei fatti, era il 18 marzo del 2008, fu gravemente ferito lungo la via Nazionale a Pizzo  e spirò dopo due settimane di agonia all’ospedale Jazzolino.

I tre imputati hanno optato per il rito abbreviato passando, dunque, per il filtro dell’udienza preliminare. La prima data del processo è stata fissata dinanzi alla Corte di Assise di Catanzaro, al 17 marzo. Il collegio di difesa è composto dagli avvocati  Diego Brancia, Riccardo Caramello, Sergio Rotundo, Nicola Cantafora ed Enzo Gennaro.

Altri quattro imputati hanno optato per il giudizio ordinario: Pasquale Bonavota (attualmente latitante); Nicola Bonavota, (fratello di Pasquale e Domenico); Francesco Salvatore Fortuna; il collaboratore di giustizia Andrea Mantella. Per loro il processo inizierà il prossimo 16 marzo. A rappresentare la Dda il pm Andrea Mancuso.  

Domenico Belsito era stato gravemente ferito mentre si trovava in un noto bar di Pizzo. Era appena sceso dalla sua auto quando è stato raggiunto da numerosi colpi d’arma da fuoco da un commando che aveva fatto subito perdere le proprie tracce.

Poche ore dopo l’agguato l’auto sulla quale viaggiavano i killer era stata trovata in fiamme dai carabinieri vicino un masseria a pochi chilometri di distanza. La vittima invece era deceduta l’1 aprile all’ospedale di Vibo Valentia per le ferite riportate.

Condividi:

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA