X
<
>

I carabinieri giunti a scuola per avviare le indagini

Tempo di lettura < 1 minuto

SORIANO CALABRO (VIBO VALENTIA) – Furto nella notte al liceo scientifico “Niccolò Machiavelli” dell’Istituto OmniComprensivo statale “Ferrari – Machiavelli” di Soriano, dove, ignoti, si sarebbero introdotti per rubare del materiale scolastico, ancora non completamente quantificato, seppur all’elenco risultano mancare tre pc di recente acquisto e un microscopio.

Ad accorgersi del raid criminale, è stato il responsabile del laboratorio di fisica e chimica, prof. Michele Raniti, il quale, recandosi presso il plesso intorno alle 9, si è accorto degli evidenti segni di effrazione a diverse porte.

Allertata la segreteria scolastica e i carabinieri della stazione di Soriano, sul posto è stato avviato un primo sopralluogo per la quantificazione dei danni, durante il quale, le forze dell’ordine avrebbero ritrovato la presunta arma utilizzata, probabilmente, per forzare le porte dell’Istituto. Si tratta di un cavavite in ferro, comunemente indicato come “piede di porco” , ritrovato sul davanzale di una delle finestre del plesso.

Sul posto, si è prontamente recata la nuova dirigente scolastica, Pasqualina Servelli e il sindaco di Soriano, Vincenzo Bartone.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares