X
<
>

Tempo di lettura 2 Minuti

DOPO le attività serrate disposte dal prefetto di Vibo Valentia, Francesco Zito, e mirate alla vigilanza sulla produzione, commercio e detenzione di artifizi pirotecnici e nello stesso tempo al fine di scongiurare incidenti in occasione del Capodanno, sono stati diversi anche i controlli in materia di rispetto delle norme anti-covid19.

Due bar chiusi vigilia di capodanno (uno ad Acquaro e uno a Dasà) e un terzo bar chiuso ad Arena il giorno di Capodanno. E non solo. Cinquanta multe da 400 euro e diverse sanzioni amministrative.

È questo il risultato dei controlli anticovid effettuati dai carabinieri della stazione di Arena, guidata dal maresciallo Valerio Oriti e sotto le direttive del capitano della Compagnia di Serra San Bruno Marco Di Caprio, nei giorni a cavallo tra il vecchio e il nuovo anno.

I controlli, in questi giorni di festa, sono stati intensificati al fine di scongiurare possibili assembramenti in locali pubblici e di conseguenza con lo scopo di evitare l’espandersi del virus che continua a galoppare nella nostra regione.

E per i proprietari delle attività suddette è stato un fine anno veramente col “botto”: locale chiuso per 5 giorni oltre alle sanzioni amministrative che ne derivano.

Secondo quanto appreso, i militari della Benemerita, durante un normale servizio di perlustramento avrebbero notato degli assembramenti sia all’interno che all’esterno dei locali. Inevitabile quindi il controllo, soprattutto delle motivazioni, per chi ne era in possesso, dell’autocertificazione prevista nei giorni di “zona rossa”.

Di conseguenza per i titolari dei bar sono scattati i provvedimenti previsti dal Dpcm e in particolare per non aver garantito le misure idonee ad evitare assembramenti mentre per i clienti identificati (molti dei quali con precedenti penali) in assembramenti sono scattate multe da 400 euro per il mancato rispetto delle norme anti-Covid.

Infine, c’è da dire che sono stati effettuati anche diversi controlli alla circolazione stradale nonché una vigilanza costante su tutto il territorio dei tre comuni.

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares