X
<
>

I carabinieri sul luogo del ritrovamento

Condividi:

ACQUARO (VIBO VALENTIA) – Un uomo di 65 anni (N. B.) è stato trovato morto intorno a mezzogiorno della mattinata odierna in una vecchia casa di Via Semiatori nel centro abitato di Acquaro. Secondo quanto appreso si tratterebbe di un vero e proprio suicidio.

A trovarlo sono stati i carabinieri della stazione di Arena diretta dal maresciallo Valerio Oriti allertati dai figli che risiedono al Nord i quali, da qualche giorno, non riuscivano a mettersi in contatto con il padre. Dopo averlo cercato invano in paese chiedendo anche a diversi suoi conoscenti, i carabinieri si sono precipitati presso la sua abitazione in via Provinciale a Dasà e non ottenendo risposta, preoccupati per la sua sorte, si sono poi diretti presso la casa in cui erano vissuti i genitori dell’uomo. Spesso infatti l’uomo era stato intravisto lì.

Una volta entrati hanno trovato il corpo dell’uomo riverso sul pavimento. Già nel mese di ottobre scorso l’uomo, che versava in evidente stato depressivo, aveva tentato di togliersi la vita con la stessa procedura e solo l’intervento tempestivo dei carabinieri della stessa stazione aveva evitato la peggio.

Questa volta invece l’uomo è riuscito nel suo intento: si è barricato, quasi sicuramente quando nessuno se ne è accorto, in quella casa ingerendo un mix di farmaci che hanno di conseguenza posto fine alla sua esistenza. Sul posto nel primo pomeriggio è giunto anche il medico legale Onofrio Dinatolo per gli accertamenti del caso.

La salma è stata poi posta sotto sequestro e trasportata presso il Policlinico Universitario di Germaneto dove rimarrà a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Condividi:

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA