X
<
>

L'Asp di Vibo Valentia

Tempo di lettura 2 Minuti

VIBO VALENTIA – Quattro nuovi casi nel Vibonese di persone risultate positive all’infezione da Codiv-19. Due a Serra San Bruno, già monitorati dal Dipartimento di prevenzione, ed altrettanti a Pizzo che invece non erano ancora stati attenzionati dalle istituzioni sanitarie locali. Per quanto concerne i primi si tratterebbe di uno stretto congiunto dell’operatrice sanitaria in servizio presso la casa di cura di Chiaravalle ed una collega della stessa ed entrambi si trovano già da giorni in quarantena obbligatoria nelle rispettive abitazioni. Casi, dunque, che l’Asp aveva previsto potessero diventare positivi. Diverso il discorso per la coppia di Pizzo.

In questa circostanza, infatti, le due persone erano “sconosciute” al Dipartimento di prevenzione il quale ha reso noto che si erano recate in una struttura sanitaria della provincia di Reggio per accompagnare un loro parente a visita. Non è ancora chiaro se abbiano contratto l’infezione in quella occasione o al ritorno a Pizzo anche nella città di Murat non si sono verificati casi fino ad oggi. Da adesso, dunque, la coppia è in quarantena domiciliare. È invece risultato negativo il congiunto.

Con questi ultimi, salgono dunque a 54 i contagi registrati finora nel Vibonese così distribuiti:

  • 17 a Vibo Valentia, di cui
    • 4 nella frazione Longobardi
    • 5 nella frazione Piscopio,
  • 13 a Fabrizia (di cui uno deceduto),
  • 13 a Serra San Bruno,
  • 2 a Parghelia,
  • 2 Pizzo,
  • 1 Nicotera,
  • 1 Maierato (erroneamente conteggiato su Vibo nei conteggi ufficiali),
  • 1 Francavilla Angitola,
  • 1 Ricadi
  • 1 Briatico.
  • A questi si devono aggiungere la coppia guarita di Mesiano di Filandari ma residente a Rombiolo

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA