X
<
>

Tempo di lettura < 1 minuto

PIZZO (VIBO VALENTIA) – Può tirare un momentaneo sospiro di sollievo la popolazione di Pizzo dopo l’ultimo caso accertato di infezione da Covid-19 che ha colpito una ragazza del Molise giunta in vacanza in città ad inizio settembre. Sono stati negativi gli esiti dei tamponi effettuati dal Dipartimento di prevenzione dell’Asp di Vibo nei confronti delle persone che si sono trovate nelle vicinanze della 30enne durante le ore antecedenti la scoperta della sua positività, che era stata contratta a seguito di una cena con una amica qualche giorno prima di partire alla volta della Calabria.

Si trattava in particolare dei lavoratori dei locali in cui era stata la giovane la sera del 4 settembre scorso. Locali che, una volta diffusasi la notizia del contagio, hanno effettuato immediatamente, su disposizione delle autorità sanitarie guidate dai dott. Demonte e Rodolico, la sanificazione degli ambienti.

Nel frattempo, il Comune di Pizzo ha emesso ordinanze di quarantena obbligatoria nei confronti di 14 persone – sempre collegate all’episodio dei giorni scorsi – che saranno nuovamente sottoposte a tampone, il secondo, nella settimana entrante.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares