X
<
>

Tempo di lettura 2 Minuti

VIBO VALENTIA – Esplodono i contagi nel Vibonese anche se c’è da specificare si tratta di un esito su tamponi effettuati negli ultimi giorni e processati solo ieri a causa del ritardo nelle operazioni. In tutto i nuovi casi sono 15, sparsi un in diversi centri del territorio, in prevalenza lungo la costa. Ieri mattina ne erano giunti quattro. Si trattava di persone rientrate nel rispettivi comuni di residenza da fuori regione, quindi i cosiddetti “casi di rientro”:  due nella città di Nicotera, uno a Cessaniti e l’ultimo a Vibo Valentia. Ma in serata il dato si è aggiornato schizzando a 15, in virtù degli 11 nuovi arrivi sparsi tra la città capoluogo, a Cessaniti (altri tre) Mileto, Drapia (due) e Pizzo (un marittimo). Uno di questi si è riverberato su una scuola a Caroni di Limbadi, in quanto il soggetto positivo – per come reso noto – vi presta servizio, con il Dipartimento di prevenzione che ha fatto disporre la chiusura dei locali in via precauzionale al fine di effettuare la sanificazione degli stessi. Dipartimento che, sia per i casi di rientro che per quelli autoctoni, aveva già disposto l’isolamento domiciliare. 

Su quelli di Cessaniti è intervenuto il sindaco Francesco Mazzeo: «Purtroppo vi devo comunicare che sono stati riscontrati quattro caso di positività al Coronavirus. Insieme al Dipartimento di Prevenzione dell’Asp di Vibo abbiamo attivato la profilassi prevista per questi casi. Nessun allarmismo o panico,  stiamo ricostruendo tutti i contatti diretti ed indiretti. La situazione sta prendendo una piega molto seria, per questo è consigliato uscire di casa solo se strettamente necessario. Evitiamo qualsiasi occasione che possa configurare un possibile pericolo. Auguri di vero cuore a queste persone di una pronta guarigione».

Anche il sindaco di Nicotera, Pino Marasco, si è rivolto ai suoi concittadini: «I due residenti,  già al momento  del rientro  presso  il proprio  domicilio, diligentemente si sono posti immediatamente  in isolamento domiciliare  volontario. Ragion per cui, sento il dovere di tranquillizzare  tutta la popolazione  essendo la situazione  totalmente  sotto controllo delle autorità sanitarie.  Auguro  a nostri due concittadini  i migliori  auguri  per una pronta  guarigione».

In totale, il numero dei contagiati nel Vibonese dall’inizio della pandemia, è di 174, mentre sono 52 i casi attualmente attivi.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares