X
<
>

Tempo di lettura 2 Minuti

VIBO VALENTIA – Inizia a farsi realmente pesante la situazione Covid-19 anche nel territorio vibonese. Nella sola giornata di ieri si sono registrati ben 17 casi, il dato più alto dall’inizio della pandemia.

E tra questi figurano un consigliere del Comune di Vibo Valentia, il cui contagio sarebbe collegato agli 11 contagi scoperti tra i giocatori della Vibonese Calcio (LEGGI) e un sacerdote a Serra San Bruno. Si aggrava, intanto, la situazione della Vibonese Calcio che, sempre ieri, ha comunicato altri cinque casi di positività al Coronavirus tra i componenti del gruppo squadra che vanno ad aggiungersi ai sei già registrati nella giornata precedente, per un totale di 11 persone affette dal virus.

Gli altri si sono registrati nei territorio dei comuni di Rombiolo (tre), Fabrizia (tre), Serra San Bruno (uno oltre il parroco), a Vibo (uno oltre al consigliere), a Dasà e Tropea (uno a testa).

Per quanto concerne il consigliere comunale, il tampone è stato effettuato il 30 ottobre scorso e ieri è arrivato il responso; non dovrebbero esserci, tuttavia, particolari preoccupazioni anche se lo stesso esponente del civico consesso ha preso parte, il 26 ottobre precedente, alla seduta in cui si discuteva del bilancio.

Ad ogni modo la situazione viene costantemente monitorata dal Dipartimento di prevenzione dell’Asp di Vibo, così come viene monitorata anche la situazione di una scuola a Ricadi e adesso anche quella di Serra vista la presenza, come detto, di un sacerdote.

L’altro contagio registrato nel capoluogo di provincia attiene ad un dipendente in servizio presso il tribunale nuovo. Domani i sanitari dell’Asp porranno in essere le necessarie azioni di sanificazione e tracciamento dei casi di rischio.

In funzione di quanto sopra e quale necessaria misura prudenziale, viene richiesto di non accedere nei locali dell’edificio nella giornata di lunedì.

Ieri sera, il sindaco di Vibo Valentia ha parlato via Facebook ai cittadini evidenziando come anche nel territorio vi sia una certa apprensione pur precisando che la situazione resta sotto controllo ed invitando caldamente – soprattutto i giovani – all’utilizzo della mascherina.

Lo stesso capo dell’amministrazione ha poi ricordato le numerose ordinanze di quarantena precauzionale emesse in quest’ultimo periodo e ha ringraziato l’Asp «per l’incessante e meritorio lavoro che sta portando avanti per mantenere bassa la curva dei contagi».

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares