X
<
>

Il comune di Pizzo

Tempo di lettura < 1 minuto

PIZZO – Torna la paura da contagio in città, soprattutto sul fronte scuola. Un intero nucleo famigliare, padre, madre, due bambini, nonni e zio, sono risultati positivi ai test rapidi e nelle prossime ore saranno sottoposti a tampone molecolare da parte dell’Asp.

Immediatamente la scuola ha attivato la procedure ministeriale prevista in questo caso, mettendo la prima classe elementare e quella dell’asilo frequentate dai due bambini in quarantena, in attesa della conferma ufficiale della positività. Inoltre, spiega il preside Vinci, «alle 13:30 sanificheremo gli istituti scolastici e nel pomeriggio, grazie al coordinamento con l’Asp, nella sede dell’istituto tecnico nautico, una infermiera sottoporrà le insegnanti dei bambini a tampone.

Speriamo che risultino tutti negativi così da non dover mettere in quarantene altre classi e si possa tornare in aula già domani tutti sereni, bambini, genitori ed insegnati». Diversi docenti, infatti, hanno il monte ore spalmato su più classi e sezioni, questo quindi comporta tensione in tutto l’istituto scolastico.

Proprio a causa di questo, stamattina molte sono state le assenze, soprattutto sono rimasti a casa i fratelli e sorelle dei bambini frequentanti la prima elementare e l’asilo.

Nel frattempo i genitori dei compagni di classe attendono disposizioni dall’Asp e dalla segreteria scolastica per sottoporre anche i loro figli al tampone e fugare ogni possibile dubbio da contagio.

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA