X
<
>

La scuola elementare di San Sebastiano a Pizzo

Tempo di lettura 2 Minuti

PIZZO CALABRO (VIBO VALENTIA) – Cancelli serrati ed una sola insegnante davanti all’ingresso in attesa che qualcuno le facesse sapere il da farsi. Una vicenda surreale quella alla quale hanno assistito stamattina i genitori e gli alunni dell’asilo di via Nazionale, a Pizzo. Su sei insegnanti ben cinque hanno presentato certificato medico a causa degli effetti del vaccino anti-Covid inoculato ieri mattina al Palasport di Vibo Valentia.

Insieme agli insegnanti anche i collaboratori scolastici hanno alzato bandiera bianca e per questo la porta della scuola è rimasta chiusa. Intorno alle 8:15 poi l’arrivo di un bidello dell’istituto nautico che ha aperto la scuola, ma vista l’assenza di altri insegnanti i genitori hanno dovuto fare dietrofront e portare i figli a casa.

«È assurdo – dicono le mamme in coro – che nessuno dalla scuola ci abbia avvisato prima o quantomeno che fosse predisposta la Dad già da ieri. Si sa che il vaccino può dare effetti collaterali ed è giusto che le insegnanti stiano a casa se avvertano sintomi. Molte di noi lavorano e gestire i bambini così senza preavviso è complicatissimo. Tante abbiamo dovuto prendere un giorno di ferie, così non va, e non sappiamo ancora nulla di quello che dovremo fare domani».

A questo problema della scuola dell’infanzia si è aggiunto quello della scuola elementare di San Sebastiano e del plesso di Piazza della Repubblica; anche qui tantissime le assenze del personale docente e l’impossibilità di garantire la copertura per tutte le classi dei due plessi; si è deciso così di far uscire alle 10:30 i bambini di San Sebastiano e alle 11 quelli della Piazza.

Intanto il preside Francesco Vinci sta valutando il da farsi per i prossimi giorni: «Stiamo conteggiando i certificati arrivati e soprattutto la loro durata. Non è in mio potere predisporre la Dad senza avere già in mano dati oggettivi, ma basandomi sulle previsioni credo che nei prossimi giorni garantiremo la didattica in presenza con un orario però ridotto viste le assenze dei docenti».

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA