X
<
>

Un frame del video-denuncia

Tempo di lettura < 1 minuto

VIBO VALENTIA – Il video del vibonese Alfonso Papaleo sta facendo il giro del web (GUARDA IL VIDEO IN CODA ALL’ARTICOLO).

Anche lui era presente questa mattina al punto vaccini sito al palazzetto dello sport di Vibo ma non si sarebbe certo aspettato di trovarsi in compagnia di almeno un centinaio di persone, tutte accalcate in attesa di sottoporsi al trattamento.

Alla fine sul posto è dovuta intervenire la polizia e la situazione è, così, tornata alla normalità.

Tutto nasce dalla comunicazione che l’Asp di Vibo ha inoltrato sabato sera ai sindaci del territorio nella quale si faceva presente che da domenica, cioè Pasqua, sarebbero iniziate le vaccinazioni per i soggetti di età compresa tra 60 e 79 anni, invitando gli stessi a presentarsi presso le apposite postazioni. Senza prenotazione.

E le conseguenze di quell’annuncio dell’Azienda sanitaria provinciale sono state inevitabili.

Già nella giornata di ieri (domenica 4 aprile 2021) si sono verificate code ed assembramenti, questa mattina, poi, la scena immortalata dal video del signore di Vibo che ha commentato: “Una disorganizzazione “organizzata”, non sono stati forniti numeri progressivi d’ingresso, non vi sono transenne né un corridoio per impedire assembramenti. È una vergogna”.

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares