X
<
>

Vibo Marina e il suo porto

Tempo di lettura 2 Minuti

VIBO VALENTIA – «È stata raggiunta l’intesa per l’istituzione del Poliambulatorio nella frazione Marina di Vibo Valentia all’esito di un proficuo incontro tenutosi nelle scorse ore tra il commissario Maria Bernardi e il sindaco Maria Limardo».

È quanto si afferma in una nota. «L’accordo raggiunto – ha dichiarato il sindaco Limardo -, oltre a garantire l’istituzione del servizio del Poliambulatorio, permette di progettare il coordinamento e l’ottimizzazione dei servizi socio-sanitari. Si tratta di un accordo che coglie in pieno l’esigenza della continuità di servizio al territorio, con quella del riordino delle attività erogative, secondo logiche di utilizzo efficiente delle risorse,

e rappresenta un bell’esempio di dialogo di tutte le forze presenti sul territorio. Grazie alla disponibilità e ad una proficua collaborazione tra le istituzioni, continueremo ad offrire ai cittadini un accesso facilitato ai servizi e a potenziare sul territorio l’offerta dedicata ai più fragili e alle loro famiglie. Realizziamo così quel modello di presa in carico che mette in rete i diversi servizi e attori sul territorio».

«L’istituzione di un poliambulatorio a Vibo Marina – ha sostenuto Bernardi – è stata tra le prime istanze che

l’Amministrazione Comunale guidata dal sindaco Limardo mi ha rappresentato e che ho subito raccolto in coerenza, del resto, con una formale richiesta pervenuta in tal senso condividendo l’esigenza di andare incontro agli interessi di una vasta comunità finora sempre trascurati. Il primo passo è certamente quello della ricerca dei locali in relazione ai quali si stanno ricercando tutte le soluzioni possibili; attingendo anche

all’aiuto della Capitaneria di porto e del parroco don Saverio sono certa che insieme con il sindaco Limardo porteremo a compimento l’importante obiettivo».

«Il sindaco in conclusione – riporta la nota – ha dichiarato di essere soddisfatto dell’accordo raggiunto che nel breve periodo garantisce la permanenza dei servizi dell’Asl sul territorio comunale e rispondere così alle istanze del territorio».

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares