X
<
>

Un albero crollato a Vibo per il maltempo dei giorni scorsi

Condividi:

VIBO VALENTIA – La Giunta municipale ha inoltrato richiesta alle autorità competenti della dichiarazione dello stato di calamità naturale, per le avversità atmosferiche verificate si nelle giornate del 13 e 14 dicembre scorso. Nella medesima deliberazione è stata fatta altresì, richiesta di un immediato intervento di carattere logistico e finanziario indispensabile al fine di assicurare il ripristino dello status qua ante e il ristoro dei danni subiti, nonché di un apposito contributo sulle spese per gli interventi urgenti volti a fronteggiare l’emergenza verificatasi a seguito dell’invocato stato di calamità naturale, al fine di intervenire sul territorio e ripristinare le aree fortemente danneggiate.

Nelle giornate di venerdì e sabato scorso un fortissimo vento con abbondanti precipitazioni: ha flagellato il territorio vibonese. Le particolari avversità atmosferiche hanno determinato forti mareggiate con onde alte oltre 5 metri determinando notevoli fenomeni di erosione. Dai primi sopralluoghi effettuati sul territorio, è stata rilevata la presenza di ingenti danni: importanti e gravi erosioni alla costa con la conseguente scomparse di interi arenili e il formarsi di costoni pericolanti; deposito lungo le coste comunali di notevoli quantità di detriti non rimovibili con i comuni mezzi a disposizione dell’amministrazione; ingenti danni alla maggior parte delle infrastrutture e strutture a servizio della balneazione,(chioschi, stabilimenti balneari, servizi di pertinenza delle strutture alberghiere etc.), nonché, ai muri perimetrali delle abitazioni prospicienti alle spiagge.

Segnalati inoltre danni alle infrastrutture viarie e immobili comunali in particolare alla scuola Media “Garibaldi” e al cimitero di Bivona.

Il sindaco Maria Limardo ha quindi evidenziato come gli interventi effettuati nei giorni scorsi sui torrenti e fiumi, abbiano consentito «di alleviare i danni e di assicurare l’incolumità ai cittadini. Grazie a questi interventi programmati oggi la città è riuscita a limitare i danni. Questa capacità di prevenzione a dimostrazione di un’amministrazione del fare piuttosto che del promettere ha consentito alla comunità di vivere con tranquillità questo evento eccezionale. Fatti non parole».

Condividi:

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA