X
<
>

I rifiuti a pochi passi dai lidi a Vibo Marina

Tempo di lettura 2 Minuti

VIBO VALENTIA – Non si attenua l’emergenza rifiuti sul litorale di Vibo Marina. Con le spiagge ormai prese d’assalto dai primi bagnanti, in questo caldo inizio d’estate, la frazione costiera di Vibo continua purtroppo a patire un diffuso degrado causato sia dagli incivili di turno che da evidenti inadempienze da parte dell’amministrazione comunale.

Cumuli di spazzatura, canne divelte e svariati rifiuti ingombranti versano infatti abbandonati sui bordi dell’arenile, nei pressi dei lidi vibonesi. Le foto scattate da diversi indignati cittadini campeggiano in vista su tutte le bacheche virtuali dei social network, non lasciando spazio a dubbi rispetto al grave rischio ambientale e igenico-sanitario in cui, a stagione già iniziata, versa quello che un tempo era considerato uno dei litorale più belli e suggestivi dell’intera Costa degli Dei.

Ad evidenziare la grave situazione ambientale in atto ormai da tempo sul litorale vibonese interviene, con una dura nota stampa, anche Giovanni Patania in rappresentanza del sindacato Confapi. Il navigato sindacalista, da sempre molto attivo rispetto agli interessi da difendere delle zona costiera del territorio, non le manda certo a dire all’intera amministrativa comunale di Vibo.

«In piena estate – esordisce Patania – le spiagge del litorale di Vibo Marina e Bivona sono un cumulo di rifiuti, eppure il capitolato d’appalto prevede la pulizia giornaliere da parte della nuova ditta “Ecocar”. Comprendo il precedente fallimento della ditta “Dusty”, ma la nuova azienda deve ora ottemperare al rispetto degli accordi. Non è più tollerabile una situazione di degrado simile soprattutto per una questione di igiene pubblica. Vibo Marina, Bivona e tutto il litorale costiero rappresentano il volàno economico della città e il biglietto da visita non può essere questa sporcizia».

Dopo questa premessa, il sindacalista lancia una richiesta indirizzata al primo cittadino vibonese, Maria Limardo: «Mi appello alla sensibilità del Sindaco di intervenire con l’azienda “Ecocar” affinché provveda subito alla pulizia del litorale installando in loco cestini per la raccolta. Non si può assistere a tale degrado, non si può accettare che una delle più belle spiagge locali sita tra i lidi “la Playa” e “la Vela”, frequentati ogni giorno da famiglie e bambini, sia diventata lo specchio del degrado delle marinate. Urge un intervento immediato poiché le parole non servono più. Bisogna al più presto farsi da fare raccogliendo anche quei cumuli di canne ed erbacce lasciati sulla spiaggia dalla ditta precedente».

Prima di terminare il proprio intervento, Patania lancia un monito a chi di competenza: «Se il buongiorno si vede dal mattino non siamo messi benissimo, dunque è giunto il momento di mettersi a lavoro con poche chiacchiere e tanti fatti».

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares