X
<
>

Tempo di lettura < 1 minuto

PIZZO (VIBO VALENTIA) – Non arrivano buone notizie per le acque di Pizzo Calabro. I risultati dell’Arpacal annunciano la presenza di Enterococchi intestinali >2000 (valore limite 200) ed Escherichia coli >2000 (valore limite 500).

Le attività sono state svolte dal Servizio tematico Acque del Dipartimento di Vibo Valentia che, una volta avute le risultanze, ha informato il Comune costiero, la Regione Calabria ed il Ministero della Salute, segnalando che “le analisi, relative al campione eseguito in data 14/07/2020, delle acque destinate alla balneazione avente codice con denominazione “Lido Malfarà”, hanno dato esito non conforme”.

“Pertanto – scrive ancora Arpacal al Comune di Pizzo – si invita ad attuare tutte le misure atte all’individuazione e all’eliminazione delle cause dell’inquinamento in atto e quant’altro previsto dalla normativa vigente per la gestione dell’evento a tutela della salute dei bagnanti”.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares