X
<
>

Rifiuti dati alle fiamme

Condividi:

VIBO VALENTIA – Roghi tossici a Portosalvo, di nuovo piromani in azione. Come se non bastassero già le segnalazioni per la presenza di rifiuti tossici e scorie radioattive nel sottosuolo del fabbricato “ex Cgr”, da qualche giorno ad attentare alla salute dei cittadini della frazione costiera si sono ripresentati i roghi clandestini.

I gravi illeciti ambientali sono stati denunciati alle forze di polizia da almeno da un paio di anni ma, in maniera imperterrita, anche in questo primo scorcio di stagione estiva, Portosalvo e i suoi abitanti sono vittime dei primi casi.

Già l’anno scorso il Quotidiano aveva pubblicato la vicenda, nel tentativo di far attenzionare a chi di competenza il grave rischio per la salute pubblica in atto, poiché per diversi mesi gli edifici dell’area urbana erano stati completamente pervasi da esalazioni tossiche.

I focolai vengono appiccati in più punti del territorio, come ad esempio nella zona della “ex Cava” o in “contrada Cuccuruta”, ormai divenute vere e proprie discariche a cielo aperto. E sempre durante la passata stagione estiva le segnalazioni giunte dai cittadini sono state prese in carico dalle squadre di Vigili del fuoco del distaccamento portuale di Vibo Marina, le quali una volta intervenute in zona per sedare gli incendi appiccati, non possono che contenere il più possibile gli scempi ambientali perpetrati da piromani che ben conoscono il posto e sanno quindi come operare celermente, ma sparire in modo ancor più rapido.

Condividi:

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA