X
<
>

IL mare sporco a Pizzo

Tempo di lettura < 1 minuto

PIZZO – Le segnalazioni alla Capitaneria di Porto ormai non si contano più. I turisti sono indignati e preoccupati per l’aspetto che ha assunto il mare. L’acqua, infatti, è diventata di colore verde.

Con i bagnanti furiosi perché costretti a rimanere sotto l’ombrellone, con temperature che sfiorano i 40 gradi, o a cambiare spiaggia e comune. Insomma, un brutto biglietto da visita per una città come Pizzo che vive di turismo.   

GUARDA IL VIDEO

Nel frattempo è scattato il divieto di balneazione nelle acque del “Lido Malfara”.

Il Servizio tematico Acque del Dipartimento provinciale di Vibo Valentia ha, infatti, informato il Comune, la Regione Calabria ed il Ministero della Salute, sul riscontro di non conformità ai parametri rispetto alla tabella di riferimento.

Come prevede la normativa, ora spetta al Comune, come d’altronde richiesto dall’Arpacal, comunicare all’Agenzia le misure di gestione intraprese, come l’individuazione delle cause di inquinamento, i programmi d’intervento, la rimozione delle cause, nonché le relative ordinanze sindacali di divieto alla balneazione per i tratti indicati.

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA