X
<
>

L'amministrazione del sindaco Salvatore Fortunato Giordano

Tempo di lettura 3 Minuti

MILETO (VIBO VALENTIA) – «Per il secondo anno consecutivo il Comune di Mileto raccoglie una opportunità di investimento sul territorio molto rilevante: lo scorso anno sono stati 1,2 milioni di euro, ora ne abbiamo ottenuti più del doppio con 4 progetti di messa in sicurezza di diverse aree del nostro territorio che sono state interamente finanziate dal ministero per un valore complessivo di poco meno di 2,5 milioni di euro».

Con queste parole, e con l’entusiasmo di chi ritiene di aver raggiunto un significativo obiettivo per il territorio, il sindaco della città normanna, Salvatore Fortunato Giordano, affiancato dalla maggioranza quasi al completo, ha annunciato l’ottenimento di 4 finanziamenti da parte del Ministero dell’Interno relativi ad altrettanti progetti tesi alla messa in sicurezza e al ripristino di numerose aree del territorio comunale.

In particolare si tratta di lavori che vedranno la luce nel corso dei prossimi anni (il completamento è previsto entro il 2023) ma che restituiranno alla città la piena fruibilità di alcune zone e alcune arterie stradali di fondamentale importanza per lo sviluppo del territorio.

In particolare, per il primo progetto 525 mila euro saranno dedicati alla messa in sicurezza del campo sportivo comunale, sito in località Piano di Bruno, e dell’area dell’ex ospedale civile di Mileto. Per lo stadio si tratterà di procedere al rifacimento del muro di cinta oltre che alla sistemazione delle strade poste nelle immediate vicinanze. Mentre per l’ex ospedale civile l’intera area diventerà una piazza «in omaggio alla storia di Mileto e alla memoria di coloro che in quel luogo hanno trovato la morte, senza dimenticare che proprio lì furono adagiate le salme delle vittime civili del bombardamento alleato del 16 luglio 1943».

Il secondo progetto riguarda la messa in sicurezza dell’area urbana nel rione Calabrò per un valore di 700 mila euro. Il progetto prevede la messa in sicurezza della strada di località Coltura e della strada Vindacito (per quanto riguarda il tratto di competenza di Mileto). Con il finanziamento si renderà pienamente fruibile la strada secondaria che collega Calabrò a Mileto creando, in questo modo un nuovo sbocco di accesso e collegamento ma anche la strada che porta a Francica aprendo a nuove possibilità interconnessioni territoriali.

Il terzo Progetto, per un valore di 600 mila euro, riguarda i lavori di messa in sicurezza delle strade dell’intero centro urbano delle due frazioni minori di Mileto ossia Comparni e San Giovanni. «Con questo intervento – ha chiarito il primo cittadino – rimetteremo a nuovo e ripristineremo in sostanza tutto il blocco stradale di Comparni e San Giovanni due comunità per lungo tempo “dimenticate” e interessate solo da piccoli interventi secondari, in questo modo restituiremo piena funzionalità alle strade dei due centri urbani»

Il quarto e ultimo intervento riguarda, invece, Mileto e la frazione Paravati dove, per un importo totale di 600 mila euro, sarà messa in sicurezza la strada che collega la città normanna al territorio comunale di Filandari, per quanto riguarda il tratto che rientra nel territorio comunale di Mileto (per quello di competenza del comune di Filandari i lavori sono già in fase realizzativa), La scheda prevede, altresì, un intervento teso a realizzare una bretella di collegamento ulteriore tra la Statale 18 e Paravati. «Un modo per creare un nuovo collegamento Paravati e la statale 18».

«Si tratta – ha proseguito Giordano – di 4 progetti inseriti in fascia A e sono stati ritenuti degni di essere accolti e finanziati. Quanto abbiamo ottenuto era il massimo possibile per un comune come Mileto e questo non può che portarci ad esprimere una grande soddisfazione. Si tratta di finanziamenti importanti anche perché gli interventi finanziati avrebbero dovuto essere realizzati con fondi di bilancio che non avremmo avuto. Invece grazie al risanamento che abbiamo operato, frutto dell’intenso lavoro dell’ufficio ragioneria oltre che di questa maggioranza, abbiamo soddisfatto tutti i requisiti richiesti dal ministero dell’Interno».

Nel frattempo, Giordano ha anche annunciato l’imminente acquisizione dell’ex Palazzo dell’Agenzia delle Entrate oltre che la valutazione Ute propedeutica all’acquisto dell’ex seminario teologico. Tutto ciò «è frutto del lavoro costante – ha concluso il sindaco – svolto da tutta l’amministrazione nella consapevolezza che ci siamo candidati per lavorare e rilanciare questa città e questo territorio»

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares