X

Tempo di lettura 2 Minuti

TROPEA –  E così, con sorpresa e gioia, la piazza Vittorio Veneto è tornata ad essere fruibile dai suoi cittadini. Chiusa dal mese di novembre per via della straordinaria manutenzione e riqualificazione a cui è stata sottoposta, ora, l’Agorà cittadino è nuovamente percorribile.

Piazza Vittorio Veneto, in verità, è la piazza principale della perla del Tirreno dove si svolge la maggior parte degli eventi e dove avvengono incontri di ogni genere, e dove, particolarmente, sono cresciute tante generazioni di figli della città di Tropea.

Si parlava da anni della necessità di darle un nuovo assetto e una migliore fruibilità, e con l’amministrazione comunale guidata da Giovanni Macrì, le tante parole si sono concretizzate nel rispolverare un progetto che stava fermo da almeno cinque anni, trovando così la sua realizzazione e trasformando i tanti sogni in realtà. La piazza, lo ricordiamo, ospita al centro l’importante monumento ai caduti della città di Tropea, realizzato da Giuseppe Renda, per volontà dei tropeani di Montevideo. E quel legionario romano che lotta contro un’aquila bicipite, custodisce l’amore che i tropeani nutrono per la loro città ovunque si trovino.

La ristrutturazione della piazza, dove adesso possono riaffacciarsi i bar e i negozi che vi stanno intorno, ha potuto avere seguito dopo che la Giunta comunale ha approvato il progetto esecutivo dei lavori con responsabile l’architetto Gabriele Crisafio dell’Area tecnica comunale. Sono costati circa 200 mila euro e tra i progettisti vi sono gli architetti Luigi Giffone, La Torre, Del Duce, Macrì.

Un particolare pensiero lo rivolgiamo all’architetto Giffone, un tropeano la cui fama negli anni del suo impegno ha travalicato i confini nazionali. Ora che ha deciso di tornare nella sua amata città, non fa mancare la sua esperienza e la sua alta professionalità. Un grazie da parte della cittadinanza al sindaco Macrì, al responsabile Crisafio, agli architetti tutti e al direttore dei lavori l’architetto Vincenzo La Torre.

Finalmente, dopo mesi in cui la piazza è rimasta transennata, i cittadini, ma anche i visitatori e i tanti turisti, possono tornare a trascorrere le loro giornate in uno dei posti più belli e accoglienti della città, e ammirare la piazza in tutta la sua magnificenza.

  •  
  • 2
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares