X
<
>

Franca Falduto

Tempo di lettura 2 Minuti

VIBO VALENTIA – Primi strascichi dell’ingrandimento del gruppo di Forza Italia che ora conta 13 consiglieri. Sì, perché il sindaco, questa mattina, ha deciso una nuova nomina per ricoprire l’incarico di assessore all’Istruzione, alla Coesione Sociale e alle Politiche Giovanili.

Non è più quindi, Franca Falduto, ma sarà Rosamaria Santacaterina a guidare l’assessorato.

Una decisione che era già nell’aria da un po’ anche per via di una serie di circostanze che avevano portato nei mesi scorsi il primo cittadino a ridurre drasticamente le deleghe all’interessata, tra l’altro componente dell’Ufficio scolastico regionale e a coordinatrice della Consulta regionale studentesca, lasciandole solo quelle che adesso sono andate alla neo componente dell’esecutivo.

Pur voluta dal sindaco Maria Limardo, “l’amore” tra questa e la Falduto non è mai realmente sbocciato, complice anche la situazione emergenziale che aveva portato il capo dell’amministrazione di “Palazzo Luigi Razza” ad avocare a sé la delega dei servizi sociali – stata conferita fin dall’inizio alla sua componente della squadra di governo – verosimilmente insoddisfatta della gestione dell’emergenza.

Dopo l’annuncio di ieri del senatore Giuseppe Mangialavori di allargamento del gruppo azzurro nell’emiciclo cittadino (LEGGI), una decisione del genere era stata ampiamente ventilata.

E dovrebbe essere l’unica sostituzione in quanto tutti gli altri assessori dovrebbero avere ancora il favore sia del sindaco che della maggioranza (oltre che del main sponsor Mangialavori): Anche Michele Falduto (FdI) che si ritrova – ma solo sulla carta – con un solo esponente in Consiglio (a fronte del patto iniziale che ne prevedeva due per ottenere un assessorato) e Vincenzo Bruni che sembra ormai in procinto di aderire allo schieramento forzista.

Rosamaria Santacaterina, 49 anni, di Vibo, è quindi il nuovo assessore all’Istituzione del Comune, in quota ovviamente Forza Italia.

Le altre deleghe a lei assegnate sono Assistenza scolastica; Comunità educativa; Rapporti con le Università e con gli altri enti di istruzione; Politiche e progettualità comunitarie e rapporti internazionali; Politiche sociali; Inclusione; Politiche per minori e famiglie; Politiche per persone con disabilità e per persone non autosufficienti; Assistenza ai minori; Pianificazione ed attuazione del piano sociale, Piano di Azione e Coesione (PAC); Immigrazione e politiche di integrazione dei migranti; Nuove cittadinanze; Politiche di lotta alla povertà e all’esclusione sociale; Politiche di cooperazione; Banca del tempo.

Nel decreto del sindaco si evidenzia che l’atto viene emesso “per motivi di opportunità politica ed al fine di imprimere maggior impulso alle attività amministrative, adottare il provvedimento di revoca” e che “il provvedimento non implica nessun genere di valutazione sulle qualità personali o professionali dell’Assessore Falduto, ben note e confermate, né è da intendersi sanzionatorio, ma piuttosto finalizzato a garantire una più efficace prosecuzione del mandato amministrativo”.

Rosamaria Santacaterina

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares