X
<
>

Tempo di lettura 2 Minuti

MILETO (VIBO VALENTIA) – Buone notizie per la città normanna che ottiene l’accesso a due finanziamenti da parte del ministero dell’Interno nell’ambito dei fondi per la sicurezza.

Complessivamente il Comune di Mileto riceverà 1 milione e 200 mila euro per la realizzazione di due distinti progetti.

A darne notizia, non senza una ovvia soddisfazione, è il sindaco Salvatore Fortunato Giordano che ha, altresì, comunicato la soddisfazione dell’amministrazione comunale al completo.

«I progetti finanziati – spiega il primo cittadino – riguardano la messa in sicurezza delle vie cittadine Nicola Lombardi e Ugo La Malfa, per la complessiva somma di 600.000 euro», mentre il secondo progetto approvato «riguarda la messa in sicurezza delle stradeChiusella, L’Aquila, Larderia, Capuana e Santa Venere a Paravati».

Nel primo caso «le strade verranno, quindi, completamente rimodernate e messe in sicurezza, di modo che diventino la strada alternativa alla Ss18 (Via Kennedy e Corso Umberto I)». Nel secondo caso, invece, «le prime strade rappresenteranno una rinnovata arteria che unirà Paravati con la strada statale 18 direzione Sud. Mentre finalmente troverà risoluzionela situazione di zona Santa Venere da circa trent’anni insediamento abitativo senza opere di urbanizzazione».

Il primo cittadino ha precisato che «nella riunione di maggioranza» è stata manifestata «grandissima soddisfazione da tutti i componenti del Gruppo Città Futura nella consapevolezza che in questi 7 mesi si è lavorato tanto e incominciano a vedersi i primi frutti».

Per il raggiungimento di questo primo obiettivo, il sindaco Giordano ha ringraziato «i nostri collaboratori che ci hanno aiutato a redigere gli studi di fattibilità e che ci hanno indicato la via del finanziamento. È importante segnalare che Mileto per la prima volta partecipa a queste iniziative dei fondi sicurezza, messi a disposizione dal Ministero dell’Interno, dimostrando di avere quella flessibilità giusta che serve per cogliere tutte le opportunità».

L’auspicio, comunque, è che «questi siano primi atti di una lunga e soddisfacente amministrazione, che servano a ridare fiducia alla nostra popolazione nelle istituzioni, che questa volta dimostrano di essere dalla loro parte e di fare i loro esclusivi interessi. Ora bisogna continuare a seguire le pratiche burocratiche, rispettando i tempi del cronoprogramma, per eseguire queste idee e trasformarle in realtà, non tralasciando tutto quando di altro si sta focalizzando».

Dal punto di vista della realizzazione «i tempi sono veloci, tanto che già a febbraio verranno accreditate le somme pari al 20% ed è previsto che entro 8 mesi venga affidata l’esecuzione dei lavori».

L’impegno dell’amministrazione per il futuro, infine, è quello di «proporre i progetti per le frazioni Calabrò, San Giovanni e Comparni che pure erano previsti in questa tornata ma che per ristrettezze economiche del Ministero non hanno potuto ora trovare accoglimento. Ma il territorio è di tutti e quindi tutti i cittadini devono felicitarsi se una parte del loro territorio viene messa in sicurezza a vantaggio di tutta la Comunità».

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares