X
<
>

Salvatore Pedullà

Tempo di lettura < 1 minuto

MILETO – Mentre si spengono gli echi della recente competizione elettorale per il rinnovo del Consiglio Regionale, che anche nella città normanna ha vissuto i suoi momenti di pathos con l’amministrazione comunale apertamente schierata a sostegno del Centrodestra, l’attenzione delle forze politiche torna su aspetti più prettamente locali.

Ad accendere la discussione è l’esponente del Pd, già candidato al consiglio comunale, Salvatore Pedullà, il quale si chiede «come mai su determinate strade della città i lavori di sistemazione sono fermi?».

In particolare, Pedullà denuncia come «in via Nicola Lombardi non vanno avanti i lavori e questa situazione sta causando oltre alle difficoltà legate alla viabilità anche problemi per via della polvere e del fango il tutto aggravato – aggiunge – dalla mancanza di opportuni cartelli che richiamino alla massima attenzione».

A questa situazione si aggiunge anche quanto accade «nelle traverse interne adiacenti alla statale 18 abbandonate – sostiene Pedullà – e per le quali vi è una difficoltà incredibile dei residenti ad accedere alle abitazioni».

Il problema, spiega lo stesso esponente politico, «è legato ad un progetto esecutivo che prevede la messa in sicurezza dell’area, il rifacimento della pavimentazione stradale, la realizzazione o sistemazione della raccolta delle acque con risagomatura, pendenze e cunette» e vari altri interventi collegati».

La stasi dei lavori di fatto sta creando del disagio ai cittadini per cui Pedulla si chiede «cosa intende fare il comune? quanto meno non sarebbe opportuno chiedere scusa ai cittadini per il disagio provocato?»

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA