Tempo di lettura 2 Minuti

VIBO VALENTIA – Un gesto ammirevole, di affetto verso i più piccoli, pensato e messo in atto in un momento di dolore. Perché anche quanto tutto appare nero, quando il destino si accanisce e priva degli affetti più cari il pensiero può andare oltre il dolore, oltre lo sconforto. Può dirigersi, cioè, sulla strada che porta a fare del bene. Ed è questo ciò che hanno pensato Domenico Defina e Giuseppa Lo Schiavo, quest’ultima rimasta vedova da poco, che, proprio in occasione della scomparsa del marito, valido e stimato assistente amministrativo in servizio per diversi anni presso la segreteria dell’istituto di Sant’Onofrio, ha deciso di raccogliere dei fondi che sono stati poi utilizzati per l’acquisto del materiale da destinare alla scuola dell’infanzia del paese. 

Un gesto d’amore che la signora Giuseppa, insegnante, oggi in quiescenza, per anni in servizio anche lei presso l’istituto del piccolo borgo, ha voluto donare poco tempo prima che il marito la lasciasse e d’accordo con lui, ai  piccoli scolari consentendo loro di poter giocare. E quindi nella scuola sono arrivati scivoli, dondoli, castelli, panchine con colori sgargianti. 

Una scelta di cuore che ha particolarmente colpito e commosso il dirigente scolastico Raffaele Vitale, il corpo docente ed Ata e tutta la comunità di Sant’Onofrio: «Sento il dovere di ringraziare le famiglie Defina/Lo Schiavo per il nobile gesto, che permetterà ai nostri alunni di avere qualche momento di svago all’interno della già accogliente e molto frequentata scuola dell’infanzia. Come istituzione scolastica, nei prossimi giorni, alla presenza della moglie e delle autorità locali, abbiamo intenzione di consegnare una targa commemorativa, in modo tale che questa apprezzata iniziativa, nata dal cuore e dalla sensibilità della signora Giuseppa e dal suo amato marito possa rimanere per molto tempo nella memoria dei cittadini di Sant’Onofrio».

  •  
  • 1
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •