Tempo di lettura < 1 minuto

TROPEA (VIBO VALENTIA) – Stupisce e meraviglia sempre, questa città ricca di storia e fascino, con la sua isola bella su cui sorge un particolare santuario di Santa Maria dell’Isola. Immagine, quella dell’isola, divenuta il simbolo della perla del Tirreno, e che è riuscita a conquistare anche il calendario 2020 dell’Unsic, il sindacato datoriale con 2.100 Caf in tutta Italia, Calabria compresa, con le sedi provinciali a Caraffa, Crotone, Reggio Calabria, Rossano Scalo e Soriano.

La bella immagine di Tropea, comune in provincia di Vibo Valentia, che oggi conta 6.400 residenti, rappresenta degnamente il mese di agosto. Abbinato alla foto c’è un noto proverbio calabrese che recita così: “Quandu erumu ziti caramelli e ciucculati, mo’ chi simu maritati pani duru e bastunati”.

Il calendario dell’Unsic è stampato in 60mila copie ed è distribuito attraverso le tremila strutture sindacali sul territorio (Caf, Patronati, Caa, centri di formazione), e come risaputo, ogni anno rende omaggio a dodici località di altrettante regioni. Quest’anno è stata la volta di Tropea. Il presidente del sindacato è il calabrese Domenico Mamone, di Laureana di Borrello.

  •  
  • 1
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •