X
<
>

I ragazzi di Nicotera con il ministro dell'Istruzione Patrizio Bianchi

Tempo di lettura 3 Minuti

NICOTERA (VV) – «La scuola è ossigeno per la società. Abbiamo una scuola di valore grazie al personale e all’impegno degli studenti. In queste settimane abbiamo assistito all’impegno di tutti per garantire la ripartenza al fine di assicurare il diritto allo studio, investimenti che serviranno per avere una scuola più moderna».

Queste le parole del presidente della Repubblica Sergio Mattarella che avocano alla scuola un ruolo strategico all’interno della nostra società. Parole rimbalzate durante la manifestazione “Tutti a scuola” che si è svolta nel piazzale dell’Istituto Nautico di Pizzo alla presenza del ministro dell’Istruzione Patrizio Bianchi, dei rappresentanti del mondo scolastico e sportivo. In platea le scuole selezionate dal ministero dell’Istruzione che si sono distinte per aver realizzato i migliori percorsi all’interno dei laboratori scolastici.

Tra queste anche l’Istituto Tecnico “Achille Russo”, unica scuola calabrese ad essere stata scelta tra le 753 candidate. L’istituto nicoterese, che si distingue da tempo per l’innovazione didattica e metodologica, ha realizzato il “bat-stick”, un bastone elettronico pensato per facilitare l’accessibilità delle persone ipovedenti.

Il progetto è stato ideato dal professore Michele Giandomenico che, in collaborazione con l’Unione Ciechi ed Ipovedenti di Vibo Valentia, ha guidato i ragazzi nello sviluppo del prototipo consentendo loro di avvicinarsi ad una disabilità così grave con lo spirito di chi mette a disposizione le proprie competenze per aiutare chi è stato meno fortunato.

Soddisfazione del dirigente scolastico Marisa Piro che ha espresso parole di apprezzamento per il lavoro svolto dagli studenti e dai docenti dell’Istituto Superiore “Bruno Vinci” di Nicotera.

«Siamo onorati per essere stati selezionati – ha commentato la Piro – la nostra presenza premia il lavoro appassionato dei docenti e valorizza l’impegno e il talento dei nostri studenti. una scuola agita come officina di creatività, fucina di cultura e laboratorio di umanesimo, che coltiva da sempre i valori della persona e la cultura del servizio con particolare attenzione alle fasce più fragili in un continuo esercizio di cittadinanza attiva».

Stessa emozione l’ha espressa il docente dell’Itis nicoterese referente del progetto selezionato dal Miur, Michele Giandomenico: «Le emozioni provate durante la manifestazione sono indescrivibili, vedere i miei alunni partecipare a quello che è sicuramente l’evento più importante per il mondo della scuola, mi ripaga dell’impegno necessario a mantenere una offerta formativa con un livello tecnologico così alto. Mi piace spesso dire che facciamo il mestiere più bello del mondo e dopo questa esperienza ne sono più convinto che mai».

Il referente preme a sottolineare che il progetto selezionato è stato partorito dall’articolazione Elettrotecnica dell’Iti “A. Russo” di Nicotera, facente parte dell’Istituto Omnicomprensivo “B. Vinci”, con un percorso iniziato nel 2018.  Un progetto già consacrato dagli esperti con la vittoria del primo premio regionale “Imprenditoria Digitale”, seguito nel 2019 e 2020 con la partecipazione al Rome Maker Faire European edition, la più importante fiera sull’innovazione tecnologica, in qualità espositori.

«Siamo stati selezionati da una commissione ministeriale che su 753 Istituti di tutta Italia che avevano risposto al bando di partecipazione, risultando nella rosa delle sei scuole vincitrici – aggiunge il professore Giandomenico -. Questa partecipazione è motivo di orgoglio per l’intero comprensorio. Il progetto che ha superato le selezioni ed ha consentito   ad otto alunni dell’attuale classe 5B di partecipare all’evento è stato il “Bat-Stick”, affinché le diversità non facciano la differenza».

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA