X
<
>

La benedizione della nuova statua della Madonna

Tempo di lettura 2 Minuti

PIZZONI (VIBO VALENTIA) – Si è ricominciato da dove si era interrotto, dopo lo spavento di quell’Affruntata shock di un mese fa, quando la statua della Madonna si è spezzata in più punti durante la tradizionale rappresentazione della resurrezione di Cristo. Poche settimane dopo, una nuova statua della Vergine è tornata ad attraversare le vie del piccolo bordo montano di Pizzoni, del Vibonese.

L’AFFRUNTATA SHOCK DI PIZZONI

«E’ un bel segno di volontà di ripresa – ha detto il vescovo della diocesi Mileto, Tropea, Nicotera, monsignore Luigi Renzo – vivere nella gioia questo momento dopo la paura di un mese fa».

VIDEO: LA BENEDIZIONE DELLA NUOVA STATUA

La cerimonia di Benedizione della nuova statua della “Madonna di Pasqua” è stata preceduta da una breve comunicazione del parroco di Pizzoni, don Renato Vilone, che ha chiesto ai fedeli di «disporsi nella Piazza secondo le modalità del giorno di Pasqua».

IL VIDEO: LA STATUA SI SPEZZA DURANTE LA PROCESSIONEVIDEO 2

L’atmosfera era surreale, tale da richiamare alla mente antichi e nefasti presagi. A Pasqua la statua della Madonna, per una profonda erosione non visibile, si era frantumata proprio nel momento in cui i portantini arrivavano correndo sul luogo dell’incontro e curvavano verso il centro per affiancare la statua della Madonna, seguita da quella di San Giovanni, a quella del Cristo proveniente dalla direzione opposta.

Come a voler superare un trauma psicologico, una paura collettiva, quell’antico «presagio di disgrazia», il parroco don Vilone e la comunità di Pizzoni hanno acquistato una nuova effigie mariana replicando perfettamente la parte finale del rito clou della Settimana Santa, tra i fuochi pirotecnici e l’intonare delle note della banda musicale. 

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA