X
<
>

Lida Michela Carullo

Tempo di lettura < 1 minuto

VIBO VALENTIA – Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha nominato 28 nuovi “Alfieri della Repubblica”. Sono giovani che nel 2020 si sono distinti per “azioni coraggiose e solidali”. Tra questi vi è Lida Michela Carullo, 15 anni, residente a Vibo Valentia, che si è distinta “per l’impegno nella promozione dei libri e per le qualità di scrittrice mostrate nel suo romanzo di esordio”.

«Da Sindaco e da mamma sono orgogliosa che i nostri figli si raggiungano prestigiosi traguardi. A Lida Michela porgo i migliori auguri a nome di tutta la nostra Città. Ad majora», ha commentato il primo cittadino di Vibo, Maria Limardo.

Lida Michela Carullo è un enfant prodige attratta dalla letteratura, che prima ancora di raggiungere la maturità anagrafica ha portato a termine la sua prima opera: “Immersa nel Caos” (La Rondine Edizioni) che affronta in particolare il tema della solitudine.

Una condizione affrontata da molti giovani come lei, ai quali fa un invito: «Bisogna andare avanti, la vita è una cosa meravigliosa. Non pensiamo a cose negative, alla solitudine che ci pervade e che è davvero molto brutta, andiamo avanti e cerchiamo il gusto in ciò che ci piace».

Un’opera in cui non mancano riferimenti autobiografici che arricchiscono il racconto di una delle fasi più belle ma anche più difficili dell’esistenza umana. «In un certo punto della mia vita – racconta Lida – mi sono ritrovata sola, senza amici, ho trovato amicizia nella lettura e nella scrittura, che sono state il riscatto dall’immensa solitudine».

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares