X
<
>

Il Sindaco Giordano con parte della sua maggioranza e con i progettisti Catanea e Siciliano

Tempo di lettura 2 Minuti

MILETO – Unico comune in Calabria, tra i 19 che in tutta Italia hanno ottenuto l’accesso al bando e, infine, tra i punteggi più alti ottenuti tra tutte le 127 municipalità in Europa che hanno visto il proprio progetto approvato nell’ambito della misura europea “Europe for citizen”.

C’è soddisfazione nelle parole e sul viso del sindaco Salvatore Fortunato Giordano e dei due componenti del team di progettisti di Just Europe, Giancarlo Catanea e Pasquale Siciliano, nell’annunciare alla stampa il progetto “Meet in person” (incontrarsi di persona) presentato (e finanziato con un importo di 25 mila euro) nell’ambito del programma “Europe for Citizen” e che tra i mesi di febbraio e marzo del prossimo anno (emergenza covid-19 permettendo) renderà possibile realizzare nella città normanna una settimana di appuntamenti (tra convegni, visite esplorative al patrimonio culturale locale, dibattiti e lezioni) per affrontare il tema “Europeismo ed euroscetticismo: quale futuro”.

«Lo scopo dell’iniziativa – ha spiegato Catanea – è promuovere la cooperazione e l’unione dei Paesi d’Europa, incoraggiare lo spirito di solidarietà internazionale e incoraggiare la crescita europea dei suoi cittadini».

In sostanza, si tratta di un vero e proprio gemellaggio culturale che coinvolge ben 11 municipalità sparse tra vari paesi d’Europa. Oltre a Mileto, che è comune capofila (o come si definisce nell’ambito del programma europea Applicant Organisation) Italia, figurano anche Koplik in Albania, Safi a Malta, Amatas Novads in Lettonia, Olesnica in Polonia, Markopoulo Mesogaias in Grecia, Herceg Novi in Montenegro, Gondomar e Esposende in Portogallo, Rodeiro in Spagna e Tar in Ungheria.

Durante la settimana dell’evento è previsto l’arrivo a Mileto di una delegazione da ogni comune per un totale di 229 persone che, nelle stime degli organizzatori, diventeranno 300 una volta al completo con i partecipanti miletesi. Tra i presenti (123 donne e 106 uomini) 89 sono under 30, 90 tra i 30 e i 65 anni e 45 over 65enni. Prevista la partecipazione anche di 14 persone diversamente abili.

«Abbiamo subito sposato il progetto – ha dichiarato il sindaco Giordano – in primo luogo perché il rapporto diretto con le istituzioni europee è uno degli obiettivi del nostro programma elettorale ma anche perché consideriamo questo progetto come una importante occasione per cominciare ad aprire il territorio al turismo internazionale, inoltre, questo è l primo vero progetto diretto presentato dal Comune di Mileto e subito approvato questo probabilmente diventerà un viatico per l’ottenimento di nuovi progetti».

Questo il programma della settimana di eventi:

  • Giorno 1: Incontro con stampa e cittadinanza per la firma degli accordi tra i rappresentanti istituzionali
  • Giorno 2: Conferenza-dibattito su “Europeismo e euroscetticismo: quale futuro”
  • Giorno 3: Conferenza-dibattito “Union Matters”
  • Giorno 4: Lezioni aperte sull’Europa presso le scuole primarie di primo e secondo grado
  • Giorno 5: Lezioni aperte sull’Europa presso l’Istituto tecnico economico
  • Giorno 6: Visite guidate al Museo, al Parco Archeologico, Cena sociale tra partner e istituzioni locali
  • Giorno 7: Diffusione dati e incontro con la stampa
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares